Era finito anche lui nel calderone di critiche che ha investito il Milan negli ultimi mesi: prima di ieri, solo un gol nelle ultime 7 giornate, 3 negli ultimi due mesi. Contro la Sampdoria però, Carlos Bacca ha riposto come i campioni sono soliti fare: sul campo, magari con un gol da tre punti che regala la prima gioia da allenatore a Cristian Brocchi. 15esimo gol in campionato, 17esimo in stagione. Numeri che rendono comunque positiva la prima annata rossonera del colombiano, che ieri è sembrano tornare il giocatore visto nel girone d'andata. Si è rivista anche la tanto amata, da lui, e odiata, da Mihajlovic, rabona, che per poco non regalava un gol da cineteca.

FUTURO INCERTO - Bacca i gol non li ha fatti mancare e per questo è lecito che molti club europei e non si interessino a lui. Bayern Monaco e Real Madrid in primis sono sempre sull'attenti per lui, come confermano le parole dell'agente del giocatore, Sergio Barila, a Estadio Deportivo: "Il Milan lo ha preso per segnare e i gol stanno arrivando. Carlos è tranquillo, vuole vincere la Coppa Italia e centrare l'Europa League. Parlo spesso col Milan, mi hanno detto che sono soddisfatti di lui. Ha ancora tanti anni di contratto, non so cosa succederà durante l'estate, ma l'idea di Bacca e del Milan è quella di andare avanti insieme. Bisogna vedere se cambieranno idea. Molte squadre lo hanno chiesto a gennaio, anche dalla Cina, ma Bacca voleva restare al Milan. Recentemente le stesse società sono tornate a contattarmi per la prossima stagione, è normale che i top club lo seguano". IL PUNTO - Bacca è arrivato al Milan dal Siviglia pr 30 milioni di euro la scorsa estate e ha firmato un contratto fino al 2019. Dati questi che rendono il giocatore cedibile solo a determinate condizioni, ovvero un'offerta dai 35 milioni in su. Galliani non valuterà neanche le proposte inferiori a quella cifra, forte dei gol in questa stagione e soprattutto della spesa fatta ad agosto. Le parole dell'agente non chiudono definitivamente le porte ad una cessione, le offerte per Bacca ci sono e arrivano da grandi club con grande disponibilità economica. Il colombiano è un giocatore centrale per il Milan e per lasciar partire una delle poche note positive di questa stagione, serviranno molti sodi. Questa è l'unica certezza del prossimo mercato rossonero.