6
Gli ottavi di Champions League con il Napoli sono all'orizzonte, ma l'aria a Barcellona non è elettrizzata: è tesa, tesissima. Ad agitare la piazza blaugrana non solo i risultati e le voci sul futuro di Messi, non si placa il BarçaGate, lo scandalo portato alla luce del sole da Cadena Ser: la società catalana è al centro della bufera per aver finanziato I3 Ventures, una società di comunicazione che ha provveduto ad alimentare una campagna denigratoria sui social contro i simboli del Barça (Messi, Piqué, Xavi, Guardiola), il prossimo candidato alla presidenza Victor Font, il presidente di MediaPro Jaume Roures e altri personaggi influenti del calcio spagnolo. Intervenuto in conferenza stampa ieri, il presidente Josep Maria Bartomeu ha confermato di aver pagato I3 Ventures per monitorare e non screditare, ma non è bastato a placare l'ira dei dirigenti blaugrana e ora la vicenda si arricchisce di un nuovo capitolo.
RIUNIONE D'EMERGENZA - A testimoniare la tensione in casa Barcellona infatti la decisione di Bartomeu di anticipare a oggi la riunione della Commissione dei Delegati del club, inizialmente prevista per venerdì (quando si riunirà regolarmente la giunta), per affrontare la questione e la risoluzione del contratto con I3 Ventures. La seconda riunione dopo quella avuta ieri con i capitani della prima squadra (Messi, Busquets, Piqué, Sergi Roberto) e il tecnico Quique Setien. Un incontro lontano dal Camp Nou, quello con i Delegati, per confrontarsi con i dirigenti che nel frattempo, riferisce Mundo Deportivo, hanno già individuato il loro colpevole: Jaume Masferrer, direttore dell'area della presidenza, è ritenuto il principale responsabile dello scandalo in quanto firmatario del contratto con I3 Ventures e pertanto chiedono la sua destituzione. Bartomeu, si legge, ha fatto capire chiaramente di voler andare in fondo alla questione e per questo aprirà un'indagine interna per fare luce sulla vicenda. Una situazione delicata, alla quale si aggiunge un altro elemento di tensione: secondo quanto riferito da El Triangle infatti, ha già annunciato le proprie dimissioni irrevocabili a partire dal 1° marzo Montserrat Font, al Barça dal 2005 e direttore finanziario del club, a causa di divergenze con il CFO Pancho Schroder legate soprattutto al progetto 'Espai Barça' (restyling di Camp Nou e complesso di edifici di proprietà blaugrana). Barcellona nella bufera, a una settimana dagli ottavi di Champions con il Napoli.