Il presidente del Barcellona Josep Maria Bartomeu ha concesso una lunga intervista a TVE, nella quale ha parlato a tutto campo.

CRISTIANO RONALDO - "Il suo addio al Real Madrid è stato una brutta notizia per il marchio LaLiga, perché gli dava rilevanza".

CRISTIANO O GUARDIOLA IN FINALE - "Al Barça nulla fa paura, ma non possiamo pensare ora a quel che succederà finché non passiamo i quarti".

GUARDIOLA - "Un giorno in futuro deve tornare al Barcellona, chiaro che lo chiameremo se penseremo che vada fatto. Lui ora è al Manchester City, sta bene lì e ha un contratto lungo".

GRIEZMANN - "Ha un contratto con l'Atletico, è un grande giocatore. Dove mi piacerebbe vederlo giocare? I grandi giocatori mi piacerebbe che giocassero nella Liga, le danno valore. Clausole rescissorie? Dipendono dalla volontà dei giocatori di andarsene da un club. Parlo in generale, i grandi giocatori stanno in grandi club e costa convincerli. Non ho parlato con i giocatori di quello che pensano dei giocatori che possono arrivare o meno. Il tema Griezmann non è sul tavolo, non abbiamo parlato con nessun tecnico di questo giocatore. Non abbiamo ricevuto nessuna chiamata da Griezmann o dal suo entourage. Se resta all'Atletico al 300%? Dovete chiederlo a Cerezo, io mi occupo del Barça".

DE JONG - "Volevamo completare l'acquisto in estate, però c'era molta pressione, altre squadre lo volevano e così abbiamo proceduto".

DE LIGT - "Con l'Ajax ottimi rapporti. Non so cosa succederà con de Ligt, pare sarà sul mercato e quando parleremo con i tecnici vedremo se ci proveremo o meno. Il suo modo di giocare ci incanta e mi piace. L'Ajax è un club formatore che vende, però non so se ci metteremo sul giocatore".

COUTINHO - "E' un grande giocatore, eccellente, migliora ogni volta. Non è facile giocare nel Barça. E' stato sei mesi la passata stagione e questa completa, ha la fiducia dell'allenatore. E' un crack mondiale e ci aspettiamo molto da lui. Ha un contratto e proseguirà al Barcellona, è differente e il Barça ha bisogno di giocatori differenti".

RAKITIC - "Conta tantissimo per noi e certamente gli abbiamo detto che gli miglioreremo il contratto. Ora non è il momento sportivo e abbiamo dovuto posticiparlo per motivi economici".

CESSIONI - "Ci saranno cessioni, sempre ci sono, ma fino a maggio non ne parleremo all'interno della società".

NEYMAR - "Avevo spiegato che abbiamo un progetto con Dembele e Coutinho con i soldi di Neymar. Il livello di Dembele è migliore ora di quello di Neymar, è un giocatore molto migliore di Neymar e si è adattato".

MESSI - "Il rinnovo a vita con Messi arriverà il giorno che parleremo: ha trascorso tutta la sua vita qui, più a lungo che in Argentina, e la sua vita sarà sempre legata al club. Sarà come Pelé nel Santos. Potremmo mettere una clausola rescissoria di un euro e non se ne andrebbe comunque. Io per statuto non posso continuare oltre il 2021, ma Messi proseguirà qui".