107
Barcellona-Bayern Monaco 0-3 nel ritorno delle semifinali di Champions League. Dopo aver vinto per 4-0 all'andata, i bavaresi umiliano i catalani (senza Messi, rimasto in panchina) anche al Camp Nou e si qualificano per la finale del 25 maggio a Londra (Wembley), dove affronteranno, in un derby tedesco, il Borussia Dortmund, che nell'altra semifinale ha eliminato il Real Madrid.
 
La cronaca:
Al Camp Nou, contro un Barcellona senza Messi (in panchina), parte meglio il Bayern Monaco, che nei primi 25' mantiene il controllo del match e si rende pericoloso con un paio di incursioni in area blaugrana (Robben e Ribery sugli scudi, Piquè provvidenziale in interdizione). Al 26', però, arriva la migliore occasione da gol della prima parte della gara, ed è per il Barcellona: smarcato in area, Xavi di sinistro al volo spara alto sopra la traversa della porta difesa da Neuer. Poi è ancora la squadra bavarese a macinare il suo gioco, anche se non arrivano occasioni da gol importanti. A inizio ripresa, arriva il vantaggio per il Bayern Monaco: tipica azione di Robben, che parte dalla destra, si accentra, entra in area e scaglia un sinistro a girare che si insacca sul secondo palo. Il gol di Robben chiude di fatto partita e qualificazione: la squadra di Heynckes comanda il gioco, concedendosi anche il torello fra gli 'olè' dei tifosi giunti dalla Baviera. E al 72' arriva il raddoppio: azione in velocità del Bayern sulla sinistra, orchestrata da Ribery e Lahm, che conduce alla sfortunata deviazione nella propria porta da parte di Piquè. Passano quattro minuti e il Bayern segna ancora: ancora Ribery devastante sulla sinistra, cross per Muller, che di testa appoggia in rete battendo Victor Valdes per il 3-0 bavarese.   
 
Champions League, ritorno semifinali
 
Oggi
48' Robben (BM), 72' aut. Piquè (BM), 76' Muller (B)
 
Giocata ieri
Real Madrid-Borussia Dortmund 2-0 (andata 1-4)
83' Benzema (R), 88' Sergio Ramos (R)
 
 
Finale il 25 maggio 2013 a Londra (Wembley)
Borussia Dortmund-Bayern Monaco
 
 
La vigilia del match: 
Tito Vilanova (Barcellona): "Dovremo essere noi stessi, prima di tutto, cioè giocare bene e fare gol. Siamo un club che non si arrende mai e i nostri tifosi lo sanno".
 
Gerard Piquè (Barcellona): "La squadra sta molto meglio, siamo fiduciosi e faremo il possibile per ribaltare risultato dell'andata. Giochiamo in casa, anche se sara' piu' complicato che contro il Milan. Tenteremo l'impossibile, dovremo temere palla ed essere rapidi, soprattutto dovremo mostrare carattere".
 
Jupp Heynckes (Bayern Monaco): "A Monaco ho detto che siamo due squadroni. Il Barça è ancora la migliore squadra del mondo. Vogliamo evitare sorprese, quindi dovremo giocare come all'andata, attaccando e cercando la porta. Noi non siamo una squadra costruita per difendersi. Per me è sempre un piacere venire a Barcellona, un posto dove c'è sempre molta cultura. Mi piace qui e spero di poter dire lo stesso dopo la partita. Messi? E' il migliore del mondo, qualcosa di straordinario. Con il suo atteggiamento dentro e fuori dal campo. Se sarà in una forma migliore rispetto a Monaco ci renderà la vita difficile".