4
Thibaut Courtois, intervenuto nella conferenza stampa di presentazione alla delicata sfida contro la Croazia, è tornato sull’argomento caldo in casa Belgio – la rissa tra Vertonghen, Hazard e De Bruyne – dichiarando: “Se troviamo chi ha fatto uscire questa notizia, sarà il suo ultimo giorno in Nazionale. Nella discussione ho detto qualcosa, sono uno dei giocatori più esperti del gruppo, è normale. Ciò che è stato detto deve rimanere all’interno dello spogliatoio. Il problema più grande è che vediamo cose sui social media che non abbiamo detto. È positivo che abbiamo avuto una discussione. Ci siamo detti quello che pensavamo. Dobbiamo essere onesti l'uno con l'altro e lottare l'uno per l'altro sul campo. Cosa è successo nello spogliatoio? Niente. Sono arrivato prima e sono stato lì per 15, 20 minuti. Non è successo nulla, tutti sono rimasti delusi. Solo l'allenatore ha parlato. Il problema è che vengono diffuse troppe frasi false. Quindi si crea una situazione che non esiste. Come gruppo, dobbiamo evitare questa negatività. Poi, per carità, tutti hanno visto il mio video dove colpisco la panchina ma non ha senso urlarsi l'un l'altro. Ci sono riunioni di squadra per questo. Abbiamo espresso il nostro parere. Gridare è inutile. Le dichiarazioni di De Bruyne e Hazard? Tutto è chiarito. Anche l'età non è importante, basta guardare Benzema e Modric al Real. All'interno del gruppo non c'è alcun tipo di problema. Naturalmente non sei felice se perdi. Giovedì sarà una partita difficile. Daremo tutto".