15
Roberto Martinez, ct del Belgio, ha parlato in conferenza stampa dopo l’eliminazione ai Mondiali: "Oggi siamo stati nuovamente noi stessi. Non è mai facile vincere. Con il Canada abbiamo vinto ma non siamo stati noi stessi, mentre con il Marocco abbiamo perso meritatamente. Non eravamo pronti. Oggi abbiamo creato tanto e quindi no, non ho alcun rimpianto. Possiamo lasciare il Mondiale a testa alta". 

A MANI VUOTE -  "Uscire alla fase a gironi non è sufficiente per il Belgio. Volevamo farcela, ma ogni nazionale lo vuole. Questo è il miglior torneo del mondo. In passato abbiamo vinto tre partite nel girone e siamo stati eliminati, lo stesso è successo agli Europei. La sensazione è la stessa, posso accettare questo modo di perdere. Giocatori come Tielemans, Onana, Doku... La 'generazione d'oro' ha raggiunto qualcosa che dovrebbe entusiasmare le generazioni future. Questa eredità sopravvive e dobbiamo continuare a fissare standard elevati".

FUTURO - "Questa è stata la mia ultima partita da allenatore della nazionale. È stato emozionante. Non posso più continuare, ho già salutato giocatori e staff. Ero vicino a smettere comunque, in qualsiasi modo fosse andata a finire oggi e pure se fossimo diventati campioni".