170
Poteva essere la gara della svolta per la Roma, della possibilità di portarsi a -3 dal Milan a 7 giorni dallo scontro diretto con i rossoneri e invece al Vigorito i giallorossi di Paulo Fonseca non vanno oltre un brutto 0-0 contro il Benevento rimasto tra l'altro in 10 per espulsione di Glik al 57esimo della ripresa.

I giallorossi in emergenza in difesa soffrono però oltre le aspettative un Benevento attentissimo a chiudere ogni sbocco offensivo per Mayoral e compagni, al punto che le occasioni da gol si contano sulle dita di una mano. È così che il primo tempo viaggia liscio su una mediocrità difficile da spiegare con Montipò e Pau Lopez praticamente inoperosi.

Nella ripresa il doppio giallo a Glik è la chance che serviva per sbloccare gli equilibri, ma la Roma non riesce a sfruttarla e neanche i cambi, con Fonseca che manda in campo Dzeko, Pedro ed infine El Shaarawy riescono a dare ai giallorossi il cambio di marcia che serviva. Nel finale il doppio brivido, sia per il salvataggio sulla linea di Caldirola su colpo di testa di Pellegrini, sia il rigore, prima dato e poi tolto per fuorigioco di Pellegrini, che lascia tutto invariato sullo 0-0 finale.

Il pareggio serve poco ad entrambe, ma sicuramente serve più a Filippo Inzaghi, espulso nel finale, che si porta a +10 sulla zona retrocessione. Chance sprecata, invece, per una Roma che floppa, per la prima volta contro le cosiddette piccole in stagione e serve alla Juve, domani, l'opportunità di un sorpasso al terzo posto.

A FINE PARTITA RESTA SU CALCIOMERCATO.COM PER L'APPROFONDIMENTO PER 100ESIMO MINUTO DI ENRICO MAIDA