58

Un regista per il Milan. Accanto al miglior recupera-palloni della Serie A, Riccardo Montolivo, Adriano Galliani sogna di schierare un centrocampista in grado di dare geometrie alle trame di gioco rossonere. Un profilo seguito con grande interesse dal Milan è quello di Lucas Biglia, capitano della Lazio già sondato da Ariedo Braida quando ancora militava nell’Anderlecht. Il giocatore, legato al club biancoceleste fino al 30 giugno 2018, è uno dei metronomi più ambiti del panorama calcistico europeo: Real Madrid, Manchester United e Inter, infatti, sono le concorrenti principali del Milan.

IL MILAN C’È - “La mia intenzione al momento è quella di giocare un altro paio di anni in Europa - ha rivelato il giocatore ex Anderlecht dal ritiro dell’Argentina - e di proseguire la mia carriera in Italia. Mi trovo molto bene lì". Possibile il rinnovo con la Lazio, quindi, ma non è da escludere il trasferimento in una big italiana se l'intesa con la società capitolina non dovesse essere trovata, con il Milan in prima fila, spettatore interessato della trattativa. Perché l’Inter, accostata nel mercato invernale al classe 1986, ha già in pugno Ever Banega dal Siviglia e ha un “accordo morale” con la Sampdoria per Roberto Soriano. Difficile immaginare tre nuovi innesti in mediana per i nerazzurri, per questo il Milan è in pole position per l'acquisto dell'argentino.

QUESTIONE RINNOVO - Lotito e Tare si sono già seduti diverse volte al tavolo con l’entourage del giocatore, ma l’accordo per il rinnovo non è ancora stato trovato. La società biancoceleste ha proposto a Biglia un consistente ritocco dell’ingaggio - da 1,5 milioni di euro a 2,5 a stagione - ma il giocatore ha preso tempo. L’argentino è molto legato ai colori biancocelesti e ai tifosi laziali ma l’esclusione della squadra di Pioli dall’Europa League potrebbe spingerlo a non rinnovare. Il Milan resta in agguato: con 20 milioni l’affare può andare in porto.