Commenta per primo
Comincia, almeno sulla carta, a farsi sempre più nutrita la truppa di mister Colomba. Certo, per sentirne la consistenza dovrà aspettare la fine della tournee in Arabia ma il fatto che Ekdal arriverà all’inizio della prossima settimana anche se per motivi di visto non potrà essere con i compagni in medio oriente e il fatto che Khrin all’arrivo del Bologna a Sestola potrà unirsi ai compagni e che fin da domani anche il neo arrivato Cherubin potrà allenarsi con i nuovi compagni fa assumere a questo Bologna le vesti di una squadra giovane e tecnica, con giocatori d’esperienza come Portanova, Mudingayi, Moras e Di Vaio, ma che per crescere ulteriormente ha bisogno non certo di ciliegine sulla torta, ma ancora di almeno tre acquisti da undici titolare. Parliamo del terzino destro, di un centrocampista centrale e di una punta. Per il centrocampista si attende da un momento all’altro l’annuncio di Perez. Sarebbe l’uomo giusto per fare di quel reparto insieme a Mudingayi e uno tra Khrin, Ekdal o al giovane Matic, il giusto mix di forza, potenza e classe, probabilmente così forte come i rossoblu non avevano da almeno un decennio, al tempo di Marocchi e Ingesson. Il difensore potrebbe anche non essere una priorità, anche perché Esposito può giocare in quel ruolo e pure Buscè ha giocato per molti anni in quella posizione, anche se il nome di Domenico Maietta del Frosinone è nell’elenco di Longo, mentre è indispensabile una punta che possa supportare Di Vaio. Non che Meggiorini non sia il compagno di reparto ideale, ma nel caso in cui il capitano, che ricordiamolo ha compiuto 34 anni, avesse anche solo un raffreddore, si rimarrebbe decisamente scoperti. E sul centravanti, si sa, non si può sbagliare perché per tutte le squadre un centravanti forte vuole anche dire abbonamenti e biglietti al botteghino. L’attaccante è colui che fa sognare, anche se poi ci si salva con i buoni difensori. E allora aspettiamo questo colpo di Porcedda che più di una volta ha detto che regalerà alla città un grande attaccante.
Infine un accenno ai ragazzi della curva. Dopo il servizio di ieri ci hanno fatto sapere che non cambieranno mai idea riguardo alla tessera del tifoso e dunque non faranno l’abbonamento. Ne prendiamo atto ma la domanda posta ieri non cambia. Cosa faranno nel caso in cui la curva Bulgarelli fosse venduta tutta in abbonamento? Non diamo risposte, ma crediamo che l’unica sia che dovrebbero cambiare settore dello stadio.