Primo impegno ufficiale per il Bologna di Filippo Inzaghi, che domani sarà impegnato nel match di Coppa Italia contro il Padova. Alla vigilia della partita l'allenatore rossoblù è intervenuto in conferenza stampa: "Siamo sulla strada giusta. E' chiaro che non siamo perfetti, ma la base c'è. Abbiamo voglia di lavorare e apprendere, speriamo di regalare ai tifosi una bella partita. Non mi sarei aspettato tutto questo entusiasmo visto che non abbiamo ancora fatto nulla, ma mi auguro di rispondere sul campo dando tutto e facendo una grande gara".

Su Pulgar e Santander: "Sono entrambi recuperati, valuterò in questi ultimi allenamenti se schierarli o meno. Farò giocare chi ha più minuti nelle gambe. Santander sta andando bene, mi auguro di averlo pronto in panchina".

Chi sarà il capitano? "Lo deciderò domani. Qui ci sono tanti leader che meriterebbero quella fascia, ma solo domani lo comunicherò alla squadra. Ho un debito morale con la gente che verrà domani, non mi aspettavo che sarebbero stati venduti così tanti biglietti".
A che punto siete? "Quando si cambiano tante cose non si può pensare di essere perfetti, ma siamo a buon punto. Vedo una crescita costante durante gli allenamenti, i risultati ci daranno una mano. Non c'è stato un giocatore che non si sia impegnato. E' chiaro che chi non corre e suda non giocherà, indipendentemente dal nome sulla maglia. Palacio non ha perso un allenamento, bisogna dimostrarmi questo".

La Coppa Italia è una competizione di Serie B? "Noi sappiamo che andando avanti troveremo la Juventus, vogliamo proseguire il nostro cammino a tutti i costi, vincendo la partita di domani".