1
Bologna-Spal: 2-1
 
Mirante 6: spettatore non pagante, impiegato poco e niente contro una Spal mai realmente pericolosa fino al gol arrivato sul finale.

Mbaye 6: soffre un po’ le incursioni avversarie soprattutto nella fase iniziale del match, cresce a partita in corso svolgendo il suo compito in maniera elementare.
 
(dal 73’ Torosidis 5.5: non dimostra la freschezza vista in campo con la Grecia. Peccato).
 
Helander 6: prestazione pulita e attenta, si dimostra un vero e proprio pilastro per la difesa rossoblù.

Gonzalez 6.5: nonostante il lungo viaggio di ritorno dalla Nazionale, mette in campo tanta determinazione quanta precisione. Bene così.
 
Masina 6: forse non la sua giornata migliore, sbaglia qualche passaggio di troppo ma fa comunque il suo dovere. Peccato per il giallo.
 
(dal 58’ De Maio 6: entra e la difesa del Bologna si posiziona a 3. Equilibrio costante).
 
Donsah 6.5: si mangia un gol davanti alla porta a pochi minuti dal fischio d’inizio, si rifà però nel secondo tempo con una prova di livello ed un’ottima azione che si conclude con l’autogol di Felipe.
 
Pulgar 6:
Donadoni continua a dargli fiducia e fa bene, il ragazzo non delude ed è un osso duro in mezzo al campo.
 
Poli 7: sigla il primo gol con la maglia del Bologna con un tiro di destro in spaccata. Monumentale e vero e proprio perno del centrocampo.
 
(dal 57’ Taider 6: sostituisce uno stremato Poli, trenta minuti di corsa e sacrificio).
 
Verdi 6.5: mette lo zampino in entrambi i gol, lanci strepitosi e fantasia difficile da contrastare.
 
Palacio 7: non ci sono parole per descriverlo. Sembra ancora un ragazzino, entusiasmante e con una qualità sopra la media. Gli manca solo il gol ma sopperisce con un grande assist.
 
Di Francesco 6.5:
ottimo controllo del pallone, cerca la profondità e la trova quasi sempre. Rientra dopo l’infortunio nel migliore dei modi.  
 
 
All. Donadoni 6.5:
terza vittoria consecutiva, primi tre punti al Dall’Ara ed un Bologna che gioca e diverte. In tutto questo, una posizione in classifica che fa sognare.