Calciomercato.com

  • Bologna, Motta e le voci sul Napoli: 'De Laurentiis non è il mio presidente'

    Bologna, Motta e le voci sul Napoli: 'De Laurentiis non è il mio presidente'

    Thiago Motta, allenatore del Bologna, è intervenuto in conferenza stampa per presentare la sfida di domenica con il Frosinone: le sue dichiarazioni.

    FERMATE 3 DELLE 4 BIG DEL CAMPIONATO - "Sbagliato dire che con il Frosinone è più facile? Si, hanno giocato contro squadre forti, hanno un punto in più fanno un ottimo campionato e noi dovremo continuare a lavorare e combattere nello stesso modo".

    PUNTO DI SVOLTA? - "Tutte le partite sono importanti, la nostra ora è il Frosinone, affrontiamo una squadra che ha cambiato tanto ma che continua con una dinamica incredibile.. sarà una domenica fantastica con lo stadio pieno, abbiamo la responsabilità di fare il nostro massimo".

    KARLSSON - "Solidarietà per le vittime e per la famiglia, Jesper l'ho visto bene, è un ragazzo tranquillo e calmo, lo vedo bene è in forma come tutti gli altri, la vita continua preparandosi per questa partita".

    I CONTATTI CON IL NAPOLI IN ESTATE E LE PAROLE DI DE LAURENTIIS - "Non è il mio presidente, zero commenti".

    BONIFAZI E SAELEMAEKERS TITOLARI? - "Tutti possono partire titolari, tutti stanno bene.. li ho visti bene anche nella partitella contro la Primavera.. starà a me fare le scelte giuste per la prossima partita".

    KRISTIANSEN, LUCUMI E POSCH - "Viktor può anche fare 90 minuti anche se è solo tornato ieri, sarà Lykogiannis però ad iniziare dal 1' perché sta molto bene, Lucumi e Posch speriamo di riaverli il più presto possibile. Lykogiannis ha passato un'estate difficile, perché non è mai semplice dopo che abbiamo parlato internamente di rimanere, ha dimostrato sul campo che deve giocare. Si allena bene, aiuta e può migliorare nella nostra fase di possesso, lui lo sa. Serve da esempio anche per altri, magari ha meritato qualcosa in più che non ho dato ma come tanti altri".

    TRE PAROLE PER DEFINIRE IL SUO BOLOGNA - "Gioco, attitudine, carattere e personalità".

    SORPRESO DAL FROSINONE? - "Squadra pronta a prendere quello che vuole. Vogliono qualcosa, sanno cosa devono fare, è una squadra che quando verticalizza è molto pericolosa, hanno qualità individuale.. Soulè, Barrenechea, non hanno giocato troppo alla Juve ma hanno giocato. Loro e tanti altri che lavorano per il bene della squadra, tutti i punti li hanno presi con merito contro squadre più forti sulla carta".

    PUNTI DA FARE DA QUI ALLA SOSTA - "Non ho nessuna tempistica, al momento stiamo bene, dobbiamo continuare così, non dobbiamo cambiare niente".

    E' IL MOMENTO DI SAELEMAEKERS? - "È un ragazzo speciale, sui è inserito bene nel gruppo e non avevo dubbi. Vuole dimostrare tanto, mette tutto quello che ha nel campo, ha ancora bisogno di tempo comunque per mettere a frutto tutte le sue caratteristiche per contribuire nel collettivo, vedremo se giocherà questa o la prossima ma manca tantissimo. Il campionato non è uno sprint, ma una maratona".

    DI FRANCESCO - "Non va valutato solo per i risultati, io non valuto così. Ha sempre provato a far giocare la squadra come voleva lui, ma anche se non ha raggiunto sempre i risultati sperati lavora sempre bene, sta facendo un buonissimo lavoro ora, non dobbiamo vedere solo il risultato. Non credo nella sfortuna io, però credo nel lavoro e nel tempo, non sono andato a vedere tutto il suo lavoro preciso, però magari delle volte non ha avuto abbastanza tempo, a prescindere dai risultati".

    ZIRKZEE - "Rischia di specchiarsi troppo dopo Milano? Spero per lui di no, perché Sydney Van Hooijdonk ha una grande fame di giocare. Io non l'ho visto così in settimana, lui fino ad oggi è un grande esempio per il gruppo, pensa alle cose che gli fanno bene, ma fa anche le cose che gli piacciono di meno ed è per questo che fa delle prestazioni di alto livello al di là del gol di San Siro".

    Altre Notizie