Calciomercato.com

  • Brasile, dentro la crisi: 3 ko di fila, il nodo Ancelotti e 20 anni senza Mondiale

    Brasile, dentro la crisi: 3 ko di fila, il nodo Ancelotti e 20 anni senza Mondiale

    • Francesco Guerrieri
    L'immagine del Dibu Martinez che prova a fermare la polizia brasiliana negli scontri con i tifosi argentini è la foto della grande tensione che c'era in tribuna al Maracanã. In campo, si è fatta la storia: Brasile-Argentina 0-1, gol di Otamendi. E per la Seleçao è notte fonda. Mai la nazionale verdeoro aveva perso una partita di qualificazione mondiale in casa. E' successo oggi, e proprio contro l'Argentina di Messi. Il ko conferma il momento difficile che sta vivendo la nazionale di Diniz: è la terza sconfitta di fila dopo quelle con Uruguay e Colombia, la quarta gara senza vittoria. E in queste partite sono arrivati appena due gol di Magalhães e Martinelli, difensore e attaccante dell'Arsenal.

    QUALIFICAZIONI MONDIALI, L'ARGENTINA MANDA IN CRISI IL BRASILE 

    DENTRO LA CRISI - Il Brasile oggi è al sesto posto con 7 punti nel girone sudamericano nel cammino di qualificazione al prossimo Mondiale, ma le tre sconfitte in sei partite sono uno dei dati peggiori degli ultimi anni. A proposito: è da Corea-Giappone 2002 che la Seleçao non vince un Mondiale. Il capitano era ancora Cafù e davanti c'era il tridente Ronaldinho, Rivaldo, Ronaldo. Dopo quell'anno la nazionale non è neanche mai arrivata in finale, gli unici sorrisi sono le tre Coppe America vinte (2004, 2007, 2019). Ora, serve una svolta.

    BRASILE-ARGENTINA, SCONTRI AL MARACANA. MESSI: 'FOLLIA INACCETTABILE'

    IL NODO ANCELOTTI - Il ct Fernando Diniz ha vinto solo due partite (Bolivia e Perù) da quando è arrivato sulla panchina della nazionale a luglio scorso. Seconda scelta consecutiva di un tecnico ad interim dopo quella di puntare su Ramon Menezes. L'ultimo 'vero' ct del Brasile è stato Tite che ha lasciato dopo l'ultimo Mondiale. Diniz si sta dividendo in un doppio ruolo: da una parte ct e dall'altra allenatore del Palmeiras, col quale ha vinto la Copa Libertadores qualche settimana fa. Aspettando Ancelotti... O forse no. I vertici della federazione si sono esposti più volte dicendo di essere in attesa di Carletto, ma lui non ha mai confermato che sarà il nuovo ct. Sta prendendo tempo e riflette, la verità è che l'allenatore italiano non è convintissimo di andare in Brasile e anzi, potrebbe rimanere al Real Madrid e rinnovare. 

    ANCELOTTI-BRASILE, PUO' SALTARE TUTTO: SPUNTA L'IDEA RINNOVO COL REAL MADRID

    IL FUTURO - In attesa di nuovi sviluppi sull'eventuale cambio di panchina, il presente parla di un Brasile in crisi. Oggi i giocatori che possono ritirare su nazionale sono le due stelle del Real Madrid Vinicius - al momento infortunato - e Rodrygo, ai quali volendo si aggiunge anche Gabriel Jesus dell'Arsenal. Sarà fondamentale la leadership e l'esperienza di Marquinhos, Neymar e Alisson. Il futuro è tutto nelle mani di due talenti: Endrick ed Estevão, 2006 e 2007 del Palmeiras: il primo è già stato bloccato dal Real Madrid per il prossimo anno, l'altro in questi giorni è uno dei protagonisti del Mondiale Under 17. 

    @francGuerrieri 

    Altre Notizie