345
Nessun dubbio, laddove ce ne fossero ancora: Gleison Bremer è destinato ad essere uno dei grandi protagonisti di questa finestra di mercato, dopo una stagione che lo ha definitivamente consacrato con la maglia del Torino addosso. E’ lo stesso calciatore brasiliano, raggiunto da Resenha ESPN, a confermare che questa estate potrebbe portare importanti novità per la sua carriera. "Avevo già detto lo scorso anno al tecnico e alla società che avevo intenzione di andare via. Juric mi ha detto: 'Resta, aiuta la squadra. Il prossimo anno farai il passo successivo'. Tutti conoscono le mie ambizioni, voglio giocare in Champions League e in nazionale. Devo raggiungere un livello molto più alto. E' una questione di tempo, sto valutando diverse proposte: non credo che rimarrò a Torino nella prossima stagione", ha dichiarato il centrale classe ‘97.
SOGNO AZZURRO? - Su Bremer è vivo ormai da diversi mesi l’interesse dell’Inter, che non ha ancora raggiunto un principio di accordo col Torino - si tratta sulla valutazione del cartellino e sulle possibili contropartite tecniche da far rientrare nell’operazione - ma che ha lavorato con largo anticipo con l’entourage del calciatore per strappare la sua preferenza. Il difensore brasiliano viene valutato anche dal Milan come alternativa a Botman e da alcuni club di Premier League, tra cui il Tottenham dell’ex allenatore nerazzurro Antonio Conte. Il giocatore granata si è poi pronunciato in questi termini in merito ad una possibile chiamata della Nazionale di Mancini: "Il mio sogno, come detto, è di giocare per il Brasile. Ma se avessi l’opportunità di giocare per l’Italia, accetterei senza problemi. Sono molto legato a questo paese, che mi ha accolto benissimo”