Commenta per primo

Al Brescia basta una rete di Alessandro Diamanti per battere il Cittadella ed avanzare al turno successivo di Coppa Italia. In una gara con molte delle seconde linee in campo, da una parte e dall’altra, la differenza la fanno le motivazioni, con il Brescia più volenteroso sul piano del gioco e maggiormente determinato alla ricerca della vittoria. Il primo a provare la via della rete è Possanzini all'8 seguito dal compagno Budel al 10': entrambi i tentativi sono ben parati da Pierobon. Il Cittadella ha la sua chance migliore al minuto 22: Arcari sbaglia il tempo dell'uscita regalando palla al centrocampista di Foscarini che da due passi non inquadra la porta. Il Brescia, dopo lo spavento, continua a macinare gioco e trova la via del gol con Diamanti. Il fantasista toscano supera sulla trequarti avversaria due uomini in dribbling e dai venti metri scaglia un fendente in porta che Pierobon devia male nella sua rete. E' il gol che vale la partita e la qualificazione. Nella ripresa è sempre il Brescia ad orchestrare la manovra, senza mai tuttavia trovare il raddoppio. Già al 4' un batti e ribatti per poco non si trasforma nella seconda marcatura per gli uomini di Iachini, successivamente è ancora Diamanti ad accedere la sfida con due grandi tiri sui quali Pierobon è bravo ad opporsi. Nel finale piccolo giallo: Berardi frana in area su Volpe, l’arbitro lascia proseguire tra le timide proteste venete.

BRESCIA

Il difensore del Brescia, Victor Hugo Mareco: 'Peccato per il mio piccolo infortunio, ho un problema al ginocchio che domani valuteremo. Stavo giocando una buona gara, mi auguro non sia nulla di grave perché voglio essere al più presto in campo per aiutare i miei compagni in campionato'.

CITTADELLA

Il portiere del Cittadella, Andrea Pierobon: 'Ci dispiace per l'eliminazione, abbiamo fatto comunque una buona gara e ci abbiamo provato. Volevamo fare una buona prestazione per prepararci bene alla prossima gara di campionato con il Grosseto e ci siamo riusciti. Sul gol la palla si è abbassata in un modo strano nel momento che era davanti a me, per il resto credo di aver disputato una buona gara con interventi buoni, soprattutto quello su Possanzini. Ora sotto con il campionato'.