Commenta per primo

Lunga riunione del consiglio d'amministrazione della Fiorentina - durato oltre tre ore e mezzo - ieri pomeriggio, all'interno dello stadio Franchi. Il presidente Mario Cognigni, alla presenza degli altri consiglieri, ha relazionato sul 'mondo viola', dal mercato chiusosi lo scorso primo settembre fino agli ultimi casi. In particolare la discussione si è incentrata per oltre mezz'ora sulla relazione che il presidente viola ha fatto sul 'caso Montolivo' e l'incontro andato in scena venerdì scorso fra il centrocampista di Caravaggio e il patron Andrea Della Valle, quest'ultimo aggiornato sull'esito del cda al termine dei suoi lavori, dallo stesso Cognigni.

Il presidente della Fiorentina ha fatto presente agli altri consiglieri che le sue esternazioni su Montolivo alla vigilia della gara contro l'Udinese, sono state dovute al fastidio provato da Andrea Della Valle, una volta che quest'ultimo si è sentito rispondere dal giocatore che avrebbe preferito attendere il ritorno in Italia del suo manager, Giovanni Branchini, impegnato negli Stati Uniti per questioni famigliari. Il patron viola, molto irritato, ha lasciato sabato scorso Firenze, anche per stare vicino al padre Dorino, assai malato, demandando le dichiarazioni poi date alla stampa su Montolivo al presidente Cognigni. Nessuna interferenza con la gestione tecnica del giocatore per Sinisa Mihajlovic, che avrà ampia autonomia sull'utilizzo di Montolivo fino alla fine della stagione.

Per ciò che riguarda i conti economici a chiusura dell'ultimo mercato estivo, la proprietà interverrà direttamente per l'equilibrio di cassa con una cifra intorno ai 28 milioni di euro, però rimangono i paletti dati a Corvino circa il 'rientro', almeno parziale, dei soldi spesi in uscita, entro la chiusura del mercato di gennaio. Dunque tutt'altro che da escludere, alla riapertura delle trattative, la cessione di uno fra Alberto Gilardino e Juan Manuel Vargas, pezzi pregiati della rosa viola, provando a monetizzare almeno un po', per non perderlo a parametro zero, con la vendita di Riccardo Montolivo.

Al cda della Fiorentina ha partecipato come 'membro invitato' il vicesindaco e assessore allo sport Dario Nardella, che partirà venerdì pomeriggio per Napoli con la rosa dei convocati e farà altrettanto al ritorno, in treno, subito dopo il match del San Paolo. Il rientro della comitiva viola è previsto alle 3.30 di notte alla stazione di Campo di Marte.