Commenta per primo

'Mèxes al Milan? La società ha sbagliato: non si doveva far arrivare a scadenza un giocatore così importante, bisognava rinnovargli il contratto'. Vincent Candela ai microfoni di Radiopowerstation critica l'attuale dirigenza: 'Dopo lo scudetto, questa era la Roma più forte degli ultimi anni, ma i giocatori quest'anno hanno fatto quello che volevano, ognuno è andato per la propria strada e nessuno li ha mai ripresi. D'altronde, con una società in cambiamento non poteva essere altrimenti. Montella, invece, sta facendo bene da allenatore, se dovesse restare potrebbe confermarsi su buoni livelli. Peccato solo per la Champions, la possibilità di entrarci è ridotta al minimo. Vincere al Friuli sarebbe un grande colpo, la squadra di Guidolin non è al meglio, non bisogna perdere questo ultimo treno'. 

'Menez? - continua Candela - Ogni tanto gli andrebbero tirate le orecchie, ma è un talento e va tenuto'. Ringraziamento doveroso, infine ai Sensi. Il presidente Franco lo ha ingaggiato nel 1997 dal Guingamp, ed è rimasto a Roma per otto anni: 'Dico grazie a questa famiglia, per me ha fatto tantissimo. Il futuro americano? Ne parlerò quando firmeranno. Spero soltanto che facciano il bene della Roma'.