1
L'età? Quando la classe è sterminata, diventa un dettaglio trascurabile. Basta guardare il pronostico sul prossimo re dei bomber di Serie A, stilato dagli analisti: in testa a tutti c'è Cristiano Ronaldo, 36 anni il prossimo febbraio, il cui primo titolo di capocannoniere in Italia è ritenuto più che probabile, vista la quota di 2,85. Fra i suoi maggiori avversari campeggia Zlatan Ibrahimovic, che di anni ne compirà 39 il 3 ottobre. Il totem rossonero all'apertura delle giocate era a 10, ma la doppietta europea e la condizione mostrata hanno consigliato un repentino taglio di quota, che ora si è attestata a 6,50. I due fuoriclasse dovranno sostenere la sfida dei “giovani” Lukaku, a 4,75, e Immobile, a 6,50. Più defilati, Zapata (11), Lautaro Martinez (16) e il nuovo bomber del Napoli Osimhen (16). L'antica classe non basta invece a Dzeko per essere considerato uno dei favoriti. Il bosniaco è dato a 21, ma in questo caso più che la carta d'identità sembra incidere l'incertezza del futuro.