Commenta per primo

«Vogliamo continuare a stupire». Sapienza tattica, certo, indubbia qualità dei singoli, ma anche e soprattutto tanto entusiasmo. E’ questa l’arma in più del Catania di Maran, che giornata dopo giornata miete elogi e coltiva ambizioni inimmaginabili a inizio campionato: «Abbiamo ottenuto il nostro "scudetto" a 13 giornate dalla fine -ricorda il tecnico dei siciliani - ma ora vogliamo riscattare la sconfitta con l'Inter. Alla ripresa degli allenamenti ho trovato un entusiasmo immutato, che ci ha consentito di lavorare molto bene».

E’ con questo spirito che il Catania si presenta alla sfida contro la capolista: «La Juve non ha punti deboli e vive uno dei migliori momenti della stagione. Gioca con umiltà e anche i calciatori di maggior qualità si abbassano a 15 metri dall'area quando serve. E’ una squadra solida e devo fare i complimenti a Conte, anche per lo spirito che è riuscito a dare al gruppo. Noi dovremo mantenere la nostra identità e avere coraggio».