439
Il Financial Fair Play concepito dall'allora presidente Michel Platini ha platealmente fallito l'obiettivo di calmierare i costi del calcio e creare competizioni europee più bilanciate e il suo successore Aleksander Ceferin non è riuscito a fare molto meglio, come dimostrano i casi eclatanti di Manchester City e Paris Saint-Germain. Il progetto Superlega, tuttora portato avanti da Juventus, Barcellona e Real Madrid, ha ulteriormente minato la leadership del massimo organismo calcistico europeo e ha soprattutto spostato la contesa sul piano legale e dei tribunali. Ma proprio dalla Uefa è in arrivo una nuova proposta per provare a riscrivere le regole del gioco a livello economico.

Secondo quanto anticipa il Times, Ceferin è intenzionato ad avanzare delle modifiche all'attuale modello del Fair Play Finanziario, introducendo un tetto agli ingaggi per le società partecipanti alle competizioni europee legato agli introiti e una luxury tax per quei club che superassero i paletti imposti. In sostanza, formalmente non ci sarebbe alcuna sanzione nei confronti di andasse oltre il tetto di spesa fissato, ma semplicemente una sorta di multa da pagare in più.