Lo scorso anno a Roma è sbarcato da sorpresa assoluta. Lasciando tutti un po' a bocca aperta, perché quel perfetto sconosciuto di Cengiz Under pagato 13,4 milioni di euro più 1,5 di bonus all'Istanbul Basaksehir suonava come un'operazione quantomeno rischiosa. Eppure, c'era il timbro del ds Monchi che con i giovani raramente sbaglia. Risultato, dopo i primi mesi di ambientamento naturale il decollo di un talento classe '97 adesso in vetrina come stella della Roma che sta per ripartire, vista la totale fiducia che ripone in lui Eusebio Di Francesco.

RADAR GUARDIOLA - La stagione entrante sarà fondamentale per la crescita di Cengiz e di conseguenza per la Roma che se lo coccola, al punto da aver respinto qualsiasi avance durante maggio e giugno, quando avrebbe potuto già rivendere Under al doppio del prezzo pagato dodici mesi fa. E da agosto in avanti entrerà in scena il Manchester City: non per prendere Under subito, ma perché Pep Guardiola ha apprezzato tantissimo le qualità di Cengiz quest'anno e ha ordinato i prima persona di farlo seguire durante la prossima annata in giallorosso. Radar sul turco quindi, la Roma lo sa bene ma non teme assalti, punterà su Under con la massima serenità. Eppure, i top club iniziano a notare quel prospetto arrivato da sconosciuto. Oggi è un'altra storia, Cengiz Under è una stellina e piace a tanti. Soprattutto a Monchi e Di Francesco, quello che conta di più.