254
Qualificata. Da capire se da prima del girone o da seconda, ma per scoprirlo bisogna attendere martedì 7 dicembre quando andrà in scena lo scontro diretto contro il Real Madrid, che guida il gruppo D con due punti in più. Ci sarà tempo per pensarci, ora è il momento di fare festa. Per aver centrato il primo obiettivo della stagione, per aver conquistato gli ottavi di finale per la prima volta dal 2011-12. Calcisticamente parlando una vita fa, c'erano altri giocatori, un altro allenatore, un'altra società. Era l'Inter di Ranieri, di Sneijder, Milito e Forlan, di Poli e Nagatomo, che dopo aver vinto il girone con 10 punti, davanti a Cska Mosca e Trabzonspor, fu eliminata negli ottavi dal Marsiglia, che passò al Velodrome 1-0 e perse 2-1 al ritorno al Meazza, con gol qualificazione di Brandao al 92'.

ANCORA INZAGHI - Più recenti, invece, i ricordi per Simone Inzaghi, che centra gli ottavi finale al primo anno alla guida dell'Inter, per la seconda volta consecutiva in carriera. Con la Lazio il tecnico piacentino riuscì a superare un girone con Borussia Dortmund, Zenit e Bruges, perdendo nella prima tappa della fase a eliminazione diretta contro Bayern Monaco, che vinse 4-1 all'andata all'Olimpico e 2-1 al ritorno all'Allianz Arena. Il sorteggio degli ottavi è in programma lunedì 13 dicembre.