11
L'attesa è finita, finalmente: tredici anni dopo l'ultima volta, domani alle 15 torna uno dei derby più affascinanti d'Italia, quello che vedrà in campo Brescia e Atalanta allo Stadio Rigamonti. Uno dei confronti più sentiti del calcio italiano, vista la rivalità e il campanilismo delle due squadre e conseguentemente delle due tifoserie: nonostante l'assenza dei supporter ospiti per motivazioni legate alla tessera del tifoso, Leonessa e Dea sono pronte a darsi battaglia tanto tempo dopo l'ultima volta.

LEONESSA VS DEA, 13 ANNI DOPO: I PRECEDENTI  - Era l'aprile del 2006 a Bergamo, in Serie B, e vinsero i padroni di casa 2-0, ma per trovare l'ultimo match in Serie A bisogna risalire alla stagione precedente, il 17 aprile 2005, al Rigamonti, quando vinse il Brescia 1-0 anche se di lì a qualche settimana sarebbero retrocesse entrambi. Tipico esempio di rivalità tra province confinanti, in passato furono protagoniste di aspre contese, tra cui ad esempio la disputa per la Val Camonica. Sotto l'aspetto calcistico fu il derby della stagione 1992/93 ad inacidire la contesa, quando al termine della sfida disputata a Bresca i tifosi bergamaschi invasero il campo del Rigamonti e corsero sotto gli spalti occupati dai bresciani, mostrandogli uno striscione rubato durante gli scontri nel prepartita. Da lì una guerriglia tra tifosi interrotta a stento dalle forze dell'ordine. 
:
LA CORSA DI MAZZONE E LE PERLE DI BAGGIO - Ma il derby che senza dubbio rimane maggiormente nell'immaginario popolare è quello del 30 settembre del 2001: fu la stracittadina della mitica corsa sfrenata dell'allora allenatore del Brescia Carlo Mazzone che, subissato di insulti da parte degli atalantini per tutta la partita, al gol del 3-3 di Roberto Baggio perse completamente i freni inibitori e cominciò a correre a perdifiato verso la curva ospite. Il match vedeva l'Atalanta in vantaggio per 3-1: alla prima rete del Divin Codino avevano risposto il difensore Gigi Sala, il capitano Cristiano Doni e l'ex Milan Gianni Comandini, prima della doppietta decisiva del numero 10 del Brescia al 75' e al 92', con l'ultima rete realizzata in pieno recupero. 

CHE FINE HANNO FATTO I PROTAGONISTI? - Una corsa vendicativa, piena di rabbia e di insulti, ma una delle pagine più pittoresche del calcio italiano: Mazzone venne punito con cinque giornate di squalifica ma si conquistò definitivamente un posto nel cuore di tutti gli italiani - tranne probabilmente gli atalantini. Ma in generale fu tutto il match ad essere spettacolare, grazie alle prodezze di Baggio, allo splendido gol di Doni e alla magnifica atmosfera del Rigamonti. Sperando che domani si possa assistere al medesimo spettacolo, seppur senza tifosi bergamaschi, andiamo a vedere che fine hanno fatto i protagonisti di quella storica partita.


BRESCIA-ATALANTA 3-3 - 26', 75' e 92' Baggio (B), 28' Sala (A), 30' Doni (A), 46' Comandini (A)


BRESCIA

CASTELLAZZI:
dirigente sportivo e opinionista.

PETRUZZI: allenatore del DIvino Amore, nella Promozione laziale, e opinionista radiofonico

CALORI: allenatore attualmente svincolato.

MERO: è deceduto in un incidente stradale nel gennaio 2002.

MASSIMILIANO ESPOSITO: vice allenatore del Padova e giocatore di beach soccer.

ANTONIO FILIPPINI: vice allenatore del Livorno.

GIUNTI: tecnico della Primavera del Milan.

EMANUELE FILIPPINI: vice allenatore dell'Italia Under 17.

SUSSI: allenatore dell'Under 16 dell'Arezzo.

TARE: direttore sportivo della Lazio.

BAGGIO: ex Presidente del Settore tecnico della Federazione, impegnato nel sociale.

DAINELLI: supervisore dell'area tecnica della Fiorentina.

YLLANA: allenatore dell'Union San Felipe, nelle serie minori cilene.

SCHOPP: allenatore dell'Hartberg, seconda serie austriaca.

ALL. MAZZONE: si è ritirato dal mondo del calcio.


ATALANTA

TAIBI: direttore sportivo della Reggina

PAGANIN:  capo delegazione della Nazionale Under 21 di calcio dell'Italia.

SALA: allenatore attualmente svincolato.

CARRERA: allenatore attualmente svincolato.

ZAURI: allenatore del Pescara, in Serie B.

DAMIANO ZENONI: allenatore attualmente svincolato.

BERRETTA: allenatore attualmente svincolato.

BELLINI: vice allenatore della Primavera dell'Atalanta.

DONI: gestisce "Il Chiringuito di Palmanova",  un locale sulla spiaggia di Palma de Maiorca da lui aperto nel 2012, ed è tornato a vivere a Bergamo, diventando anche testimonial per il calendario della Croce Bianca

COMANDINI: appassionato di surf e musica, viaggia per il mondo.

SAUDATI: possiede due attività ristorative a Firenze con l'ex collega Flachi ed è responsabile del settore giovanile della Floria 2000.

RUSTICO: si è trasferito in Sicilia dove gestisce un agriturismo.

RINALDI: si è ritirato dal mondo del calcio.

COLOMBO: gioca nel Quarrata, società della Promozione toscana.

ALL. VAVASSORI: si è ritirato dal mondo del calcio.


@AleDigio89