19
Ci siamo. Il derby della Madunina è pronto ad andare in scena, per la 228esima gara ufficiale: domenica pomeriggio alle 15 Milan Inter si affronteranno a San Siro, in una delle stracittadine più spettacolari, per quanto concerne la ricchezza delle bacheche, ma quest'anno anche per la posizione in classifica delle due contendenti, che si giocano il primato.

DERBY D'EUROPA - Milano è infatti l'unica città ad avere due squadre che hanno vinto la Champions League 
e una delle poche ad annoverare due club tra i più popolari al mondo, per successi e fama. Non solo una partita, ma per i tifosi rossoneri e nerazzurri un motivo di tensione, nervosismo e gioia o dolore, a fine match. Per l'edizione speciale del "Che fine ha fatto?", dedicata al derby, Calciomercato.com ha deciso di analizzare le due squadre di Milano dal punto di vista delle trattative che le hanno coinvolte, negli scambi o nelle cessioni dirette tra di loro, che ha volte hanno fatto le fortune del Diavolo, a volte quelle del Biscione. Il primo giocatore in assoluto a trasferirsi sull’altra sponda dei Naviglio fu il difensore Emilio Gattoronchieri, che nell’estate 1936 lasciò il Milan per approdare all’Inter: il primo di una lunghissima lista, che arriva fino allo scambio Cassano-Pazzini. Proprio nel capoluogo lombardo dunque si è verificato un susseguirsi di passaggi dall'una all’altra sponda, che ci restituiscono l’immagine di due club non poi così rivali, almeno, come società. Un via-vai che in altre città non sarebbe tollerato e che invece all’ombra del Duomo è la normalità, sin dai tempi di Meazza. 

Ma che fine hanno fatto i protagonisti di quegli scambi diretti? Ecco qui una lista in rigoroso ordine alfabetico, con ciò che i vari calciatori fanno al giorno d'oggi: 
Drazen Brncic (Milan 2000-01; Inter 2001-02): allenatore del Molenbeek (Belgio seconda divisione).

Cristian Brocchi (Inter 2000-01; Milan 2001-05, 2006-08): allenatore del Monza (Serie B italiana).

Nazzareno Canuti (Inter 1974-82; Milan 1982-83): agente di commercio per la Sony.

Antonio Cassano (Milan 2011-12; Inter 2012-13): opinionista televisivo e sulla Bobo TV.

Francesco Coco (Milan 1993-97, 1998-99, 2000-01; Inter 2002-05): imprenditore a Dubai, nell'ambito della ristorazione made in Italy.

Fulvio Collovati (Milan 1975-82; Inter 1982-87): consulente e uomo immagine della società Sport Plus 4 You che si occupa di procura sportiva, impianti sportivi, e marketing. Commentatore sportivo.

Cyril Domoraud (Inter 1999-01; Milan 2001-02): lavora per la federazione calcistica ivoriana.

Maurizio Ganz (Inter 1995-98; Milan 1998-99): tecnico del Milan femminile.

Emilio Gattoronchieri (Milan 1934-36; Inter 1936-38): deceduto nel 1993.

Andrés Guglielminpietro (Milan 1998-01; Inter 2001-03): procuratore sportivo.

Thomas Helveg (Milan 1998-03; Inter 2003-04): collaboratore tecnico dell'Odense, club danese.

Amantino Mancini (Inter 2008-10, 2010-11; Milan 2010): allenatore del  Villa Nova, squadra della Serie C brasiliana.

Giuseppe Meazza (Inter 1927-39, 1946-47; Milan 1940-42): deceduto nel 1979, ha dato il nome allo stadio di Milano.

Giancarlo Pasinato (Inter 1978-82, 1983-85; Milan 1982-83): allenatore di rappresentative giovanili.

Giampaolo Pazzini (Inter 2011-12; Milan 2012-15): si è appena ritirato.

Andrea Pirlo (Inter 1998-01; Milan 2001-11): allenatore della Juventus.

Nevio Scala (Milan 1967-69, 1975-76; Inter 1973-75): ex presidente del Parma.

Clarence Seedorf (Inter 2000-02; Milan 2002-12): allenatore svincolato.

Aldo Serena (Inter 1978-79, 1981-82, 1983-84, 1987-91; Milan 1982-83, 1991-93): commentatore sportivo

Matias Silvestre (Inter 2012-13; Milan 2013-2014): difensore del Mouscron, massima serie belga.

Dario Simic (Inter 1999-02; Milan 2002-08): si occupa della famiglia, a Zagabria. 

Davala Ümit (Milan 2001-02; Inter 2002-03): fa parte dello staff tecnico del Galatasaray.

Taribo West (Inter 1997-99; Milan 1999-00): pastore pentecostale, ha fondato nella periferia milanese la congregazione denominata “Shelter in the Storm”.

@AleDigio89