2
Antonio Conte, allenatore del Chelsea, ha parlato a Sky dopo la sconfitta patita contro il Tottenham: "Se serve un miracolo per la Champions? Sicuramente otto punti a sette giornate dalla fine sono tanti, vedendo anche le squadre che ci precedono. Non è semplice, noi sapevamo che sarebbe stato difficile e ne abbiamo avuto la conferma. Ho poco da rimproverare ai miei giocatori dal punto di vista dell'impegno, oggi il Tottenham ha messo la qualità nei momenti topici della partita dandoci un bell'insegnamento. Concedere gol a un minuto dalla fine del primo tempo non è stato positivo per noi, anche perché penso avremmo meritato di essere sopra 2 o 3 a zero. Il gol subito ha rotto la fiducia; nel secondo tempo, comunque, abbiamo spinto. Il 2-1 era evitabile, lo abbiamo preso su palla scoperta".

SUL FUTURO - "La vittoria eventuale della FA Cup non cambierebbe assolutamente niente, noi stiamo lavorando a testa bassa pedalando a duemila. Poi dovremo darci delle spiegazioni senza impazzire. Se sarò ancora qui l'anno prossimo? Io non mi devo immaginare niente, sapete quanto duri il mio contratto: non c'è da rispondere."