Prosegue anche nella stagione 2018-2019 l’appuntamento della nostra rubrica SOS Arbitri con Massimo Chiesa. L'ex arbitro internazionale, in esclusiva ai microfoni di Calciomercato.com, mette sotto la lente d'ingrandimento i principali casi da moviola di ciascuna giornata di Serie A, gli aspetti positivi (ove vi siano) e assegna i voti agli arbitri del massimo campionato italiano. Di seguito il riepilogo degli episodi contestati nella quarta giornata di Serie A:

Douglas Costa - “Contatto nell’area del Sassuolo tra Di Francesco e Douglas Costa, l’azione prosegue e dal lato opposto del campo c’è un battibecco tra i due giocatori. Vola qualche parola di troppo, poi il calciatore della Juventus colpisce quello del Sassuolo con una gomitata, seguita un istante dopo da un accenno di testata. Cartellino giallo per l’esterno della Juve, ma non è finita qui. Prosegue la discussione e Douglas Costa sputa addosso a Di Francesco, in pieno volto. Chiffi non vede, il Var sì: arriva l’espulsione diretta per il giocatore della Juve. Il regolamento fa pensare a 3 giornate di squalifica (lo sputo è assimilato alla condotta violenta, è equiparato a colpire un avversario), ma in caso di condotta violenta considerata particolarmente grave si può salire fino a 5. 3 giornate resta comunque l’ipotesi più plausibile per un gesto da vigliacco. Mi piacerebbe intervenisse al Juve per dargli almeno 5 giornate se ne dovesse prendere 3. Per lo stile e l’immagine della società bianconera, mi stupirei se facessero ricorso, a prescindere dalle giornate di squalifica che prenderà Douglas Costa”. 

Inter-Parma: “Errore evidente questa volta dell’arbitro e soprattutto del Var. L’episodio è clamoroso: sullo 0-0, tiro cross di Perisic in area di rigore e tocco col gomito destro di Dimarco, che cambia la traiettoria del pallone. Al Var c’è l’arbitro Rocchi. Manganiello non va a rivedere l’episodio con l’ausilio del Var, il gioco prosegue con un calcio d’angolo in favore dell’Inter. Perché non controllare l’episodio con il Var? Doveva andare a rivedere il tocco a bordocampo, si tratta di una violazione del tanto discusso protocollo. L’arbitro si è fidato dei colleghi al Var e ha commesso l’errore più grave perché il protocollo dice che chi sta davanti all video può solo suggerire, la decisione finale è dell’arbitro. Manca dunque un rigore evidente per l’Inter. Non è tutto: Dimarco segna, ma sulla traiettoria del suo tiro c’è un giocatore del Parma in fuorigioco che sembra essere sulla visuale di Handanovic. Gol regolare o no? Mangnaiello convalida la rete, ma ci si chiede come mai non sia intervenuto il Var quantomeno per controllare la posizione del giocatore davanti al portiere dell’Inter. Altro episodio da segnalare, l’entrata a inizio gara di Gagliardini su Di Gaudio a gamba tesa e col piede a martello: era un intervento più da rosso che da giallo. Infine, Sepe era da ammonire per comportamento scorretto per aver buttato in campo un pallone per non consentire all’Inter di battere una rimessa in zona d’attacco in velocità”.

GLI ERRORI PIÙ GRAVI DEGLI ARBITRI (SENZA L’AUSILIO DEL VAR):

Udinese-Torino: “Errore da dilettante di Valeri, inammissibile per un arbitro della sua esperienza. Il primo a sbagliare è il guardalinee, ma lui doveva tutelarsi aspettando che il pallone finisse in rete prima di fischiare. L’episodio? All’11’ Iago crossa in area per Berenguer che con un colpo di testa beffa Scuffet. Ma l’assistente Caliari ha alzato la bandierina e l’arbitro Valeri ha fermato il gioco con un fischio un attimo prima che la palla finisse in rete, impedendo al Var di intervenire. Il fuorigioco dell’esterno è inesistente, ma la tecnologia non può scendere in campo a causa proprio del fischio dell’arbitro precedente alla segnatura della rete”. 

VAR SÌ:
Juventus-Sassuolo: “Episodio Douglas Costa, vedi sopra”.

VAR NO

Inter-Parma: “Analisi di Inter-Parma, vedi sopra”. 

I VOTI AGLI ARBITRI della quarta giornata (SENZA L’AUSILIO DEL VAR):

Cagliari-Milan: Abisso 6 (Var Massa).
Empoli-Lazio: Orsato 6,5 (Var Pairetto). “Fa quello che Valeri non fa a Udine. Al 30’ gol annullato a Caputo: servito da Bennacer, supera Strakosha. Il fuorigioco è netto, l’assistente lo segnala subito, Orsato attende che la palla finisca in rete prima di fischiare”.
Frosinone-Sampdoria: Irrati 6 (Var Doveri).
Genoa-Bologna: Banti 6 (Var Guida). “Corretto il rosso a Pulgar per il durissimo intervento ai danni di Romulo”. 
Inter-Parma: Manganiello 4,5 (Var Rocchi).
Juventus-Sassuolo: Chiffi 6 (Var Di Bello).
Napoli-Fiorentina: Fabbri 6 (Var Giacomelli).
Roma-Chievo Verona: Mazzoleni 6,5 (Var Maresca). “Gestisce la gara con grande autorevolezza, soprattutto nel finale”. 
Udinese-Torino: Valeri 3,5 (Var Nasca). “Dubbi sul gol dell’Udinese, ma non si può parlare di chiaro errore: la rete in partenza può essere viziata da una trattenuta di Fofana ai danni di Meité. L’arbitro lascia proseguire e poi De Paul segna, al Var convalidano la decisione”. 

@AleCosattini