207
Prosegue anche nella stagione 2019-2020 l’appuntamento della nostra rubrica SOS Arbitri con Massimo Chiesa. L'ex arbitro internazionale, in esclusiva ai microfoni di Calciomercato.com, mette sotto la lente d'ingrandimento i principali casi da moviola di ciascuna giornata di Serie A, gli aspetti positivi (ove vi siano) e assegna i voti agli arbitri del massimo campionato italiano. Di seguito il riepilogo degli episodi contestati nella decima giornata di Serie A:



VOTI E GIUDIZI AGLI ARBITRI della decima giornata (SENZA L’AUSILIO DEL VAR):

Brescia-Inter: Fabbri 6 (Var Aureliano, aVar Schenone).

Cagliari-Bologna: Sacchi 6 (Var Pairetto, aVar Ranghetti). "Joao Pedro aggancia il piede destro di Soriano, il rigore assegnato al Bologna e realizzato da Santander è netto".

Juventus-Genoa: Giua 5,5 (Var Calvarese, aVar Di Iorio). "Giua ha peccato di inesperienza. Il secondo giallo a Cassata è eccessivo, non era una decisione condannabile in caso di mancato rosso, anzi. Cassata non era dunque da espellere per l'intervento su Dybala, ma Guia non si è fatto condizionare e ha portato bene avanti la gara. Corretta l'espulsione per doppia ammonizione di Rabiot, giusto anche assegnare alla Juve il rigore da cui nasce il gol di Ronaldo del 2-1: c'è il contatto tra il piede di Sanabria e quello del portoghese".

Lazio-Torino: Orsato 6 (Var Maresca, aVar Fiorito).

Napoli-Atalanta: Giacomelli 6 (var Banti, aVar Passeri). "Non sarebbe stato uno scandalo concedere il rigore al Napoli perché Kjaer entra in modo scomposto. Però è anche vero che il gomito di Llorente è largo e lo tocca prima della cintura dell'avversario con le due braccia. Il caso è a discrezione dell'arbitro, l'interpretazione in questo frangente è aperta. Dinamicamente, ha ragione Giacomelli perché Llorente lo colpisce prima. Ma l'arbitro in diretta ha davvero visto il gomito dell'attaccante del Napoli colpire prima Kjaer? Una cosa è certa: l'episodio era da rivedere al Var, gli estremi c'erano tutti. Il gomito di Llorente fa sì che Giacomelli non abbia torto a prescindere nel valutare l'episodio. Andare a rivederlo, però, avrebbe sicuramente tranquillizzato tutti".

Parma-Verona: Manganiello 6 (Var Rocchi, aVar Cecconi).

Sampdoria-Lecce: Massa 6 (Var Di Paolo, aVar Giallatini). "Assegna un rigore al Lecce per un fallo di mano che Ferrari non commette mai sul colpo di testa di Shakhov, ma in diretta è sembrato colpire il pallone di mano a tutti. Il tocco sembrava netto, ottimo lavoro del Var che richiama Massa per rivedere l’episodio. L’arbitro cambia la decisione e e “annulla” l’espulsione di Ferrari. Esempio perfetto di come dev’essere utilizzata la tecnologia in questo frangente. La Gol Line Technology, infine, conferma che il pallone colpito da Gaston Ramirez ha interamente superato la linea di porta per l’1-1 finale".

Sassuolo-Fiorentina: Mariani 6,5 (Var Nasca, aVar Mondin).

Udinese-Roma: Irrati 5 (Var Mazzoleni, aVar Vivenzi). "La decisione dell'arbitro su Fazio è totalmente errata: non era da espellere. Errore grave che avrebbe potuto condizionare il match. Il contatto è stato spalla contro spalla, era da ammonizione".