118
Prosegue anche nella stagione 2020-2021 l’appuntamento della nostra rubrica SOS Arbitri con Massimo Chiesa. L'ex arbitro internazionale, in esclusiva ai microfoni di Calciomercato.com, mette sotto la lente d'ingrandimento i principali casi da moviola di ciascuna giornata di Serie A, gli aspetti positivi (ove vi siano) e assegna i voti agli arbitri del massimo campionato italiano. Di seguito il riepilogo degli episodi contestati della 2a giornata di Serie A:


VOTI E GIUDIZI AGLI ARBITRI della 2a giornata (SENZA L’AUSILIO DEL VAR):

Cagliari-Lazio: Massa 6 (Var Chiffi). 

Crotone-Milan: Pairetto 6 (Var Mariani). "Prova positiva del direttore di gara. È netto il rigore concesso al Milan dell’intervallo. Rebic viene steso da Marrone dopo l’ingresso in area: penalty e giallo per il difensore del Crotone. La squadra di Stroppa protesta per un presunto tocco di mani del croato in precedenza, ma il giocatore rossonero ha controllato con il petto/spalla e il Var lo conferma". ​

Inter-Fiorentina: Calvarese 6 (Var Giacomelli). "Al 18' del primo tempo, Lautaro Martinez va giù in area dopo un presunto contatto con Caceres. Calvarese non ha dubbi e indica il dischetto, col giocatore della Fiorentina che viene anche ammonito. Il Var Giacomelli, però, invita il direttore di gara al monitor ed è evidente che Caceres tocca prima il pallone. Niente rigore e niente giallo per il difensore della Fiorentina". ​

Napoli-Genoa: Sacchi 6,5 (Var La Penna). "Presenza e personalità per l'arbitro, in totale controllo della partita".
Roma-Juventus: Di Bello 7,5 (Var Nasca). "Grande prestazione dell’arbitro Di Bello in un match dall’alto coefficiente di difficoltà. Al 29’ il primo episodio è una finezza assoluta del direttore di gara: Dzeko scappa dalla marcatura di Chiellini e poi finisce a terra. Il bosniaco chiede un allo da ultimo uomo per il bianconero e protesta a lungo, ma Di Bello ha ragione: è Dzeko per primo a commettere fallo trattenendo vistosamente la maglia di Chiellini. Un minuto dopo, Di Bello vede il braccio alto e aperto di Rabiot: è un fallo di mano da rigore su cui non ci sono dubbi. E poco dopo è giusto anche quello concesso alla Juve, con Pellegrini che col braccio largo para il tiro del portoghese. Entrambi i rigori sono netti, come l’espulsione di Rabiot che già ammonito colpisce con forza da dietro Mkhitaryan. Direzione di gara impeccabile".​

Sampdoria-Benevento: Dionisi 6 (Var Doveri).

Spezia-Sassuolo: Ghersini 6 (Var Banti). "Grande lavoro per il Var. Per tre volte (al 20’ in una lunghissima review, poi al 57’ e al 69’) annulla altrettante reti al Sassuolo, tutte siglate da Caputo e tutte per posizione di fuorigioco. Decisioni corrette in tutti i frangenti e curioso che nella scorsa stagione contro il Napoli al Sassuolo furono annullate addirittura quattro reti sempre al Sassuolo di De Zerbi. Netto il rigore assegnato ai neroverdi per fallo di Zoet su Caputo".

Torino-Atalanta: Irrati 6 (Var Guida). "Al 39’ Zaza rischia grosso con una decisa gomitata ai danni di Sutalo: Irrati decide per il giallo e la decisione ci può stare, giusto che il Var non intervenga per una sanzione più dura​".

Verona-Udinese: Volpi 6 (Var Di Paolo). "Gara diretta bene dal giovane direttore di gara. La scelta di Rizzoli di designare giovani arbitri fin dall'inizio del campionato mi piace e convince".