Joao Pedro, mezzo è bastato e pure avanzato. Chiesa e Muriel sommati insieme hanno fatto di meno dell'arruffone in maglia numero 10 del Cagliari. Mezzo Joao Pedro per un gol e una traversa, che poi era un gol mangiato. Chiesa più Muriel non hanno fatto non solo mezzo Joao Pedro, ma neanche un Pavoletti. E non inganni il gol sul finale di Chiesa, è solo effetto ottico. Due a uno, il Cagliari si prende la salvezza, la Fiorentina dà l'addio alla zona Europa League.

Pronti via: Ceccherini la mette angolata, solo un po' lenta, verso la sua porta. La palla entrerebbe quasi da sola, Terracciano è sgomento più che spiazzato, Joao Pedro decide di toccarla lui dentro e non è più il gol che poteva essere: due cagliaritani nell'area della Fiorentina che si stava suicidando e quindi non vale, il gol non vale (non si può attaccare prima che la palla sia uscita dall'area in fase di rinvio, la regola cambierà dal prossimo anno). Si gioca, si gioca a buttala avanti e vedi che succede. Sprazzi di Fiorentina (Mirallas-Gerson). Frammenti di Cagliari (Barella, Pavoletti). La partita è fasi di lentezza più falli di incontro più vento, il tutto frullato insieme.

Piccole interruzioni del frullato, piccoli grumi di simil risultato: minuto 26 e Cacciatore spara un bel tiro, Terracciano fa bella parata. Pavoletti tira fuori sei minuti dopo. Minuto 36 e Mirallas di testa fa fare bella figura a Cragno, segue suspence sulla respinta, niente di concreto. Chiesa si segnala per fallo da giallo su Barella, Ceppitelli si mette in pari con fallo da giallo su Muriel. Muriel... c'è ma non si vede. Chiesa l'uomo non lo salta mai, calamita palle dai compagni ma le fa morire quasi tutte in un nulla. Meglio e più di loro Gerson e anche Mirallas. Dall'altra parte Joao Pedro fa la solita confusione, sperando sia creativa. Non succede. Non nel primo tempo almeno. Pavoletti fa colpi di testa, i più all'indietro. Barella gioca non male ma niente di più

Pronti via secondo tempo: Barella calcia forte e forse preciso, respinge Pavoletti in area, Terracciano la regala a Pavoletti, non potrebbe fare meglio e di più per farsi far gol, Pavoletti la butta e spreca. Al terzo colpo è gol davvero: Joao Pedro scattando neanche tanto dà l'ultima e decisiva spinta alla difesa viola che già sta crollando di suo, ed è uno a zero. Segue gol per lo spettacolo, anzi show pro calcio di Cigarini: da metà campo la mette dentro facendola volare, volare, volare... fino in gol. Ma non è due a zero, era punizione a due e Cigarini ha tirato toccandola solo lui. Il due a zero vero per il Cagliari arriva al minuto 20, su palla alta ancora difesa viola al cloroformio e Ceppitelli colpisce di testa. La Fiorentina, che già dall'inizio aveva la consistenza della gelatina, ora è allo stato liquido.

Cagliari-Fiorentina, poteva spirare sulla partita un refolo d'aria di fine campionato. Come in questi giorni che è ancora inverno ma qua e là nella giornata senti che sta finendo, così in questa partita poteva esserci un che di fine campionato. Il Cagliari già prima di vincere doveva fare un disastro per non salvarsi, il pari gli bastava eccome. La Fiorentina nella zona Europa League poteva solo vagamente sperare, già prima di perderla questa partita. Potevano regalarsi un punto per uno, così non è stato. Perché la Fiorentina si è smarrita e quindi impalata al bivio tra il non voglio e il non posso.

Finisce due a zero? No, perché il Cagliari crede di constatare in campo di aver già vinto e otto minuti prima della fine Chiesa non lo marca più nessuno. Lui si prende la palla sulla linea di centro campo, scatta, corre, entra in area, converge da sinistra e segna: 2-1. E' un effetto speciale ma il film è altro: il Cagliari con questa partita, con questi tre punti si è di fatto salvato. La Fiorentina si è messa per così dire l'anima in pace. Da qui alla fine può infilare belle partite e magari buoni risultati, niente più da chiedere alla classifica finale.  




IL TABELLINO

Cagliari-Fiorentina 2-1 (primo tempo 0-0)

Marcatori: 7' s.t. Joao Pedro (C), 21' s.t. Ceppitelli (C), 42' s.t. Chiesa (F)

Assist: 7' s.t. Cacciatore (C), 21' s.t. Lykogiannis (C)

Cagliari (4-3-1-2): Cragno; Cacciatore (28' s.t. Padoin), Ceppitelli, Pisacane, Lykogiannis; Faragò, Cigarini, Ionita; Barella (35' s.t. Deiola); Joao Pedro (38' s.t. Thereau), Pavoletti. All. Maran

Fiorentina (4-3-3): Terracciano; Milenkovic, Pezzella, Ceccherini, Biraghi; Benassi, Norgaard (26' s.t. Dabo), Gerson; Chiesa, Muriel, Mirallas (12 s.t. Simeone). All. Pioli

Arbitro: Doveri di Roma

Ammoniti: 34' s.t. Cigarini (C), 42' p.t. Chiesa (F), 44' p.t. Ceppitelli (C), 31' s.t. Pavoletti (C), 48' s.t. Dabo (F)