Commenta per primo
Una vittoria senza sorrisi. La Roma espugna il Bentegodi ma non può festeggiare lo scudetto. Di Vucinic al 38' e De Rossi al 44' le reti che hanno deciso l'incontro. Chievo e Roma hanno giocato a ritmi blandi, onorando però fino in fondo l'ultimo impegno stagionale. Straordinaria la cornice di pubblico che ha portato al Bentegodi quasi 30mila persone. Nel Chievo passerella per Yepes, alla sua ultima presenza in gialloblù: dall'anno prossimo giocherà con il Milan. Il tecnico dei veronesi Di Carlo potrebbe sostituire Del Neri alla guida della Sampdoria. Domani sarà giornata decisiva. CHIEVO Il difensore del Chievo, Fabio Moro: 'Mi godo questo momento. Dopo un lungo stop è sempre dura recuperare, ma la costanza e la pazienza mi hanno premiato. Sono felice di aver potuto riassaporare, anche se solo per uno spezzone di gara, questo stadio. Sono mancato per tanto tempo e, nonostante abbia giocato molte partite in questi anni, devo dire che mi mancavano le emozioni. Spero di poter giocare in questa squadra il più a lungo possibile, perché sento di avere ancora tanto da dare. Sono contento per questa salvezza, la società ha dimostrato ancora una volta di avere valori e programmi importanti'. ROMA Il centrocampista della Roma, Simone Perrotta: 'Peccato per come è finita. Noi comunque non abbiamo nulla da rimproverarci perché abbiamo onorato fino in fondo il nostro campionato. E' stata una stagione straordinaria, oggi dovevamo vincere per tenere viva la speranza ed anche questa volta non abbiamo deluso le attese. Dispiace per i tanti tifosi accorsi a Verona e costretti a tornare a Roma senza poter festeggiare'.