75

“Notte di Coppa Campioni, notte che non finirà mai, tutti allo stadio a sognare!” Ve lo ricordate l’inno della Juve Anni ‘90? Ad un certo punto, si cantava pure questa strofa, che ritiro fuori apposta, a poche ore dalla decisiva gara con il Lione, appunto di Champions League. E per l’occasione ho sancito con Sarri una tregua: stasera bisogna stare tutti al fianco della squadra e del suo allenatore, le valutazioni sul futuro della panchina bianconera le faremo dopo. Tra gli juventini c’è persino chi si augura di perdere, e quindi di uscire, sperando così di liberarsi dell'uomo di Figline, invece il sottoscritto – pur continuando a ritenerlo inadatto per la Juventus, un qualcosa di estraneo al club e alla squadra (si chiamano “punti di vista”, roba inaccettabile per i talebani del tifo) – non se lo augura affatto.  Al contrario, spero la Juve vinca, stacchi il biglietto per le finali di Lisbona, e una volta lì vada il più avanti possibile. Alla fine, si tireranno le somme. Prendendo in esame l’intera stagione, e non la singola partita. Come fanno le persone intelligenti, i professionisti , non i dilettanti. 

CONTINUA A LEGGERE SU ILBIANCONERO.COM