Commenta per primo

L’uno-due Maah-Vitofrancesco suona come scaccia crisi per il Cittadella, che nella notte del 'Tombolato' si sbarazza del Modena, troppo brutto per essere vero. La panchina di Cristiano Bergodi a questo punto traballa sempre di più. Anche perché sono i granata ad assumere il controllo delle operazioni: Di Carmine vince il contrasto con Carini e calcia fuori da ottima posizione, poi è Bellazzini a sorprendere Caglioni in un paio di circostanze. Colpisce nella ripresa, la squadra di Foscarini: su azione d’angolo al 55' Maah di testa anticipa Milani e porta in vantaggio il Cittadella, poi potrebbe raddoppiare ma il suo tiro è rimpallato sul palo da Turati. Allo scadere i padroni di casa chiudono la partita, grazie alla discesa di Vitofrancesco che esplode un preciso destro e sigla il raddoppio.

CITTADELLA

Il difensore del Cittadella, Ferdinando Vitofrancesco: 'Ho visto che c'era spazio e ho provato la conclusione, è andata bene perché sono riuscito a trovare l'angolino basso. Un gol importante perché legittima la nostra buona partita, e soprattutto ci permette di lasciare alle spalle la serie negativa. Questa sera abbiamo ritrovato la giusta brillantezza contro una buona squadra, e per la prima volta dall'inizio del campionato non si è subito gol. Un altro aspetto confortante per la nostra stagione'.

MODENA

Il centrocampista del Modena, Daniele Dalla Bona: 'Partita estremamente negativa, di occasioni proprio non ne abbiamo avute. E' un momento difficile che cerchiamo dobbiamo cercare di scrollarci, non si spiega perché quando bisogna cambiare passo rimaniamo sempre lì. Dopo il gol del Cittadella ci è cascato il mondo addosso, è un periodo in cui non riusciamo a rialzare la testa. L'allenatore? Lui non '’entra, la colpa di questa situazione è soltanto nostra'.