15
Impossibile? Niente lo è. Se all'inizio di questi Europei qualcuno di noi si fosse presentato a un bookmaker e avesse chiesto la quota di undici autoreti segnate durante la manifestazione avrebbe ricevuto questa risposta: "Mi dicono se si può sedere un attimo che presto le faranno sapere... ", qualche occhiata in tralice e dopo un bel po' di tempo avrebbe ricevuto una quota da marziani che atterrano zona San Siro. E invece avrebbe fatto bingo, doppio bingo e triplo bingo. Perché prima della finale siamo arrivati a quota undici autoreti, pazzesco. Leggete e controllate, andando a ristudiarvele tutte. 

1) Turchia-Italia 53' autogol Demiral
2) Polonia-Slovacchia 18' autogol Szczesny
3) Francia-Germania 20' autogol Hummels
4) Portogallo-Germania 35' autogol Ruben Dias
5) Portogallo-Germania 39' autogol Guerreiro
6) Finlandia-Belgio 74' autogol Hradecky
7) Slovacchia-Spagna 30' autogol Dubravka
8) Slovacchia-Spagna 71' autogol Kucka
9) Croazia-Spagna 20' autogol Pedri
10) Svizzera-Spagna 8' autogol Zakaria
11) Inghilterra-Danimarca 39' autogol Kjaer

E quindi questa Italia-Inghilterra, sesto incontro su sette giocato a Wembley dagli inglesi, chiuderà qualcosa di unico. Che non si era mai visto, che non si poteva nemmeno pensare. Noi non vinciamo l'Europeo da Roma 1968, loro non ci si sono nemmeno avvicinati. Hanno vinto nel 1966 il Mondiale. Indovinate dove? A Wembley. Tutto il Tempio sarà loro o quasi, i nostri sugli spalti si faranno sentire (se ci riusciranno). Ma che non succeda qualcosa di ancora più strano? La dodicesima autorete per vincere il titolo? 
P.S. Ovviamente si spera, si tifa. Azzurro, il pomeriggio è... Cantava Adrianone. Forza e coraggio, anche se pomeriggio non sarà. 

P.P.S. Un divertimento e stop. La finale si vive soffrendo pur senza giocatina in mano! 

Italia-Inghilterra autorete sì (quota 9).