Calciomercato.com

CM Scommesse: la Juve prende gol, il Milan vince a Firenze

CM Scommesse: la Juve prende gol, il Milan vince a Firenze

  • Stefano Palmieri
"Ocio che ieri ha perso il Bayern!", direbbero nelle peggiori birrerie di Caracas... Nel senso che si è appena rientrati dalla sosta delle nazionali e subito è arrivata una iperbolica sorpresa. Piano quindi con i cippini. Oggi gran bel programma, è talmente intenso il nostro che delle straniere ne aggancio una soltanto. Ma andiamo con ordine.

Una grande Lazio-Juventus giganteggia a metà pomeriggio. Sarri-Allegri e tutto quanto fa spettacolo, siamo tornati all'Odeon dei tempi belli. Questo appuntamento dovrà dirci molto, soprattutto sulla Juve perchè la distanza dai comandanti si è fatta intollerabile; perchè c'è il Chelsea a Londra, appena svoltato l'angolo; perchè per un motivo o per l'altro ancora una volta Dybala deve cambiare le gomme. Perchè Sarri ha vinto l'ultimo scudetto zebrato e certamente non è una cosa da poco. E perchè a mettere il termometro agli uomini di Allegri saranno Luis Alberto e Milinkovic-Savic, quanto c'è di meglio. E Immobile? Le ha provate tutte tutte tutte ma... Dopo la bambola di Verona sembra un'altra Lazio, otto gol compresi quelli di Marsiglia, due successi e due pareggi, squadra in forma. La Juve? Dopo la sconfitta di Verona (le stranezze) ha collezionato due successi, cinque reti e sei punti, con lo Zenit e con la Viola all'ultimo secondo o quasi. Dovrà dirci più della Lazio, che oltretutto è una di quelle che andranno superate se si vuole tornare ad altezze consone. Da giocare per noi c'è il gol, Morata si è svegliato in Spagna, Pedro è recuperato e prima volava. Che siano spagnoli i timbri sul match?

A Firenze aspetta il Milan una Fiorentina che definire incerottata è pochissimo. Difesa volatilizzata tra infortuni e squalifiche, bisogna ricorrere a strani magheggi che contro la capolista potrebbero non garantire sorrisoni. Questa potrebbe essere partita molto diversa da quello che ci si aspettava, la difesa che si trova in mano Italiano dovrà fare i salti mortali alti cosi' per fermare la capolista rossonera, Ibra o Giroud che siano. Vero, hanno alzato la mano Rebic e Tomori per fermarsi ma i rossoneri sembrano intercambiabili. E ad alti livelli. L'appuntamento importantissimo sembra molto più questo che non quello futuro di Champions.

Apertura in casa per Gasp e i suoi "massacratori". C'è lo Spezia a Bergamo. Potrà fare di più di quello che tutti ci aspettiamo? Difficile, molto molto difficile. Questa è la partita che potrebbe consentire a Zapata e compagnia di recuperare due punti a Lazio-Juve-Inter-Napoli, una di quelle che se le sbagli ti mordi l'impossibile, avresti buttato via una tappa fondamentale del tuo campionato. Quindi qua la mano allo Spezia ma l'1/handicap può starci tranquillamente.

Sigillo il tutto con Liverpool-Arsenal, che un mese fa mai sarebbe apparsa quello che è ora. Tra le due la rivale in forma è la londinese, arrivata ad un passo dal defenestrare mister Arteta e poi recuperata nella condizione, nella testa, nei gol, nei punti, in tutto. Il Liverpool invece ha trovato pozzanghere dove infilare tutti i piedi e vede questa sfida come la svolta. Perchè ha messo a posto il girone di Champions e ora deve togliere tutti i rimanenti punti interrogativi cresciuti nel frattempo. Era il 28 settembre 2020, l'ultima Liverpool-Arsenal di Premier League in casa. Fu 3-1, Klopp vuole tornare ai vecchi (nemmeno tanto) splendori. Arteta si tolga di mezzo, la curva rossa ha cominciato a rombare. E sa come fare rumore, la mitica Kop.

Lazio-Juventus gol (quota 1,64) 
Fiorentina-Milan 2 (2,50)
Atalanta-Spezia 1/handicap (1,62)
Liverpool-Arsenal 1 (1,47)

La quaterna vale 9,76 volte la posta

Altre notizie