Commenta per primo

Un ottimo Bari batte 2-1 lo Spezia e si avvicina sensibilmente alla salvezza. Netta la supremazia dei biancorossi, che avrebbero potuto chiudere il primo tempo con un vantaggio già piuttosto netto. La frazione, invece, va in archivio sull'1-0 per i biancorossi che, dopo aver sciupato ghiotte chance con Rossi, Sabelli e Ghezzal, passano al 35': Ghezzal recupera palla su un errato disimpegno della difesa ligure e serve Sciaudone, perfetto nel diagonale sinistro del vantaggio. Meno vibrante è la ripresa. Al 61' lo Spezia pareggia con una punizione bomba di Porcari. Ma tre minuti dopo il Bari torna in vantaggio: ancora Ghezzal supera due uomini sulla sinistra e piazza un destro a giro deviato da Fedato quel tanto che basta a beffare Guarna. I biancorossi restano in dieci all'87' per l'espulsione di Altobello, autore di una dura entrata su Mario Rui. Ma i galletti non soffrono più il ritorno dello Spezia. Le sconfitte di Ascoli e Reggina, però, rendono meno amara la sconfitta dei bianconeri che, proprio come il Bari, è ormai vicinissimo alla permanenza in serie B.

BARI

L'attaccante del Bari, Francesco Fedato: 'Abbiamo voluto questi tre punti con tutte le nostre forze. Sapevamo che battere lo Spezia significava avvicinarci notevolmente alla meta e non potevamo perdere questa chance in casa. Il gol? Torrente mi dice sempre di attaccare la porta, così sul tiro cross di Ghezzal ci ho creduto e ho trovato la spiazzata giusta. Non sono ipocrita: mi piacerebbe che questo fosse il gol salvezza. Ma finchè il traguardo non sarà sigillato dalla matematica non potremo abbassare la guardia. Il futuro? Ora sono concentrato solo sul Bari, ma mi piacerebbe conquistare un posto per gli Europei Under 21 in Israele'.

SPEZIA

Il difensore dello Spezia, Agostino Garofalo: 'Siamo rammaricati per aver sprecato un match ball per la salvezza. Con un risultato positivo al San Nicola saremmo stati quasi tranquilli. Il Bari, però, ci ha creduto più di noi. Perciò, già alla prossima contro il Lanciano dovremo riprenderci i punti lasciati in Puglia. Non nego che per me è stata una partita speciale. A Bari ho giocato solo lo scorso anno, ma conservo ricordi splendidi. Soprattutto di mister Torrente: un allenatore preparato, ma soprattutto una persona straordinaria con cui ho instaurato un rapporto splendido'.