Commenta per primo

Decimo risultato utile consecutivo per il Novara di Aglietti, che infligge una sonora batosta ad un Cittadella in dieci dal 30' del primo tempo. Primo tempo scoppiettante tra veneti e piemontesi, che si affrontano a viso aperto sotto la pioggia dell'Euganeo. Dopo soli sei minuti di gioco vantaggio dei granata con una sassata di Schiavon sotto la traversa, con il pallone che piega le mani a Bardi sugli sviluppi di un angolo di Baselli. La risposta degli ospiti non si fa attendere, con una conclusione di Lepiller a fil di palo al 14'. Granata vicino al raddoppio con un colpo di testa di Sosa fuori di poco su corner di Paolucci al 16'. Al 22' la formazione di Aglietti si mangia un gol fatto con Gonzalez, che a tu per tu con Cordaz spara alto sulla traversa. Ma alla mezz'ora l'arbitro Abbattista di Molfetta vede un rigore inesistente, come confermano i replay televisivi, per un contatto tra Cordaz e Leppiler in area di rigore, con la conseguente espulsione del portiere granata. Dopo le vibranti proteste della squadra di Foscarini, Buzzegoli trasforma dagli undici metri al 33'. Con il Cittadella in dieci uomini cambia la gara, e il Novara va in vantaggio al 35' con un'incornata perfetta di Lepiller su traversone di Marianini. I piemontesi giocano sul velluto e sfiorano più volte il tris con Lazzari, che si fa deviare la conclusione da Pierobon al 45'. Nella ripresa il tracollo inspiegabile del Cittadella, con il Novara implacabile in contropiede. Al 48' Buzzegoli siglia la sua doppietta personale con un rasoterra non irresistibile dalla distanza, che coglie impreparato Pierobon, per il 3-1 novarese. I padroni di casa hanno una reazione d'orgoglio con una staffilata di Schiavon al 55' e un colpo di testa di Gasparetto su angolo di Baselli al 61'. I granata vanno vicino al gol anche con un tentativo di Di Roberto, ma Lisuzzo salva sulla linea in mischia al 65'. Ancora Di Roberto al 73' ci prova dai venti metri, con Bardi che salva in due tempi. Poi il Novara fa poker all'81' con il neo-entrato Fernandes, che respinge in rete una ribattuta di Pierobon dopo un suo stesso tiro. Sussulto granata all'83' con la rete di Di Carmine a porta vuota dopo uno svarione della difesa piemontese, ed è 2-4. Poco dopo è il neo-entrato Rubino a firmare il 5-2 degli azzurri con un tocco sotto misura. All'88' c'è gloria anche per Gonzalez, che fa secco Pierobon in uscita con un rasoterra per il 6-2 finale. Caduta libera per il Cittadella, in piena zona play-out, al cospetto di un Novara impietoso nel punteggio a suo favore.

CITTADELLA

Non si è presentato nessun tesserato del Cittadella in sala stampa.

NOVARA

L'allenatore del Novara, Alfredo Aglietti: 'Su un campo reso pesante dalla pioggia siamo stati bravi a reagire dopo il loro gol, e siamo stati sicuramente avvantaggiati nell'episodio del rigore con l'espulsione del loro portiere. Ma credo che la nostra ampia vittoria non sia in discussione per questo. Non so dove possiamo arrivare in classifica e lo vedremo a fine stagione, ma intanto pensiamo a raggiungere la salvezza il più presto possibile. E' vero che 30 punti nel girone di ritorno sono una gran risposta al nostro balbettante inizio di campionato: è il risultato del lavoro straordinario dei ragazzi, questo è un gruppo fantastico. Abbiamo una gran facilità di gioco e lo dimostra il fatto di andare in rete sempre con giocatori diversi. Ci godiamo adesso questo momento favorevole senza fare voli pindarici'.

L'attaccante del Novara, Pablo Gonzalez: 'Abbiamo sfruttato bene la superiorità numerica soprattutto in contropiede a fine partita. Ottima reazione dopo aver preso un gol a fredddo. Sono contento per il mio gol, ma in particolare per l'ennesima prestazione buona della squadra. Stiamo dando qualcosina in più, ma voglio pensare di arrivare alla salvezza con qualche giornata di anticipo. Il rigore? L'ho lasciato tirare a Buzzegoli. Noi stiamo lavorando bene per ottenere questi risultati e penso che si veda in campo. Non dobbiamo mollare in questo periodo, perchè le distrazioni possono farci cadere per terra. Stiamo concentrati e sono convinto che faremo ancora bene'.

Il centrocampista del Novara, Francesco Marianini: 'Abbiamo sofferto tanto nel girone d'andata e quindi ora voliamo bassi, nonostante questi risultati favorevoli. Dopo aver ottenuto la salvezza penseremo a qualcos'altro di più importante. E' vero che il rigore con l'espulsione del loro portiere ha condizionato la partita, ma è altrettanto vero che abbiamo meritato la vittoria, anche se gli episodi ci girano bene in questo periodo'.