Commenta per primo

La partita odierna tra Como e Savona termina con l'attaccante Edoardo Defendi che riceve il pallone: è lui il protagonista dell'incontro, che grazie alla sua prima tripletta tra i professionisti consente ai lariani di superare gli ospiti in classifica. Il Como ha ragione del Savona ben oltre il 4-2 finale: la formazione di Colella mostra un gioco arioso, impreziosito dalle qualità balistiche del neo acquisto Antonio Palma, che riesce sempre a trovare il passaggio illuminante per le punte lombarde, come al 12' quando il suo cross dalla sinistra è perfetto per l'inzuccata di Defendi che batte imparabilmente Aresti. Passano soltanto quattro minuti ed è ancora una giocata di Palma a liberare sulla sinistra Le Noci, cross al centro per Defendi che non ha problemi ad anticipare i difensori ospiti e a battere per la seconda volta l'estremo difensore ligure. Il Savona visto oggi al 'Sinigaglia' è una squadra senza gioco sulla fasce, che si limita a lanci lunghi per le punte Virdis e Cesarini, con una difesa che va in affanno ogni qualvolta il Como propone un'accelerazione. Al 33' è un'invenzione di Cesarini a riaprire le sorti dell'incontro: spalle alla porta, marcato da tre difensori, il giocatore riesce a superarli con un gioco di gambe ed è l'intervento di Giosa in area a far scaturire il calcio di rigore che lo stesso attaccante ligure trasformaNella ripresa il Como legittima la vittoria al 47' con Defendi che su un lancio dalle retrovie coglie impreparata la difesa ospite, dribbla il portiere e deposita in rete. Al 67' è la volta di Le Noci riuscire ad insaccare, sempre in azione di contropiede. Il Como a questo punto si rilassa e il Savona coriaceo si fa pericoloso: all'84' Melgrati respinge sulla linea un tiro di Sarao, al 91' Redolfi atterra ingenuamente Sarao in area e lo stesso attaccante trasforma il calcio di rigore fissando il risultato finale sul 4-2. Al 93' strepitoso Melgrati a deviare la sfera con un colpo di reni, sul colpo di testa di Grandolfo. Pessimo l'arbitraggio del signor Pagliardini di Arezzo, che scontenta entrambe le squadre.

COMO

L'allenatore del Como, Giovanni Colella: 'Sono tre settimane che sono in difficoltà durante la settimana per gli allenamenti, e la differenza la fanno soltanto gli allenamenti. Domenica scorsa avrei dovuto portare fuori dal campo la squadra in blocco perchè tra vomito e malesseri intestinali c'erano giocatori che non avrebbero dovuto neanche giocare, e in settimana ho fatto i complimenti alla squadra perchè il risultato è rimasto in bilico fino alla fine. Bencivenga è un giocatore di qualità da molto tempo fermo, invece Palma è stato un nostro grande acquisto: è un giocatore di personalità, non a caso era capitano della Nocerina'.

SAVONA

L'allenatore del Savona, Ninni Corda: 'Il Como ha meritato la vittoria, è partito più arrembante, al contrario di quello che abbiamo fatto noi. Ci è mancata determinazione e quando non ci mettiamo determinazione siamo una delle squadre peggiori del campionato. Oggi era difficilissimo per le condizioni del campo, vedo una certa mediocrità della classe arbitrale anche se abbiamo avuto due rigori a favore. Tornare a Como da avversario non mi porta bene, ogni volta resto senza punti: ringrazio la città di e i tifosi che mi hanno fatto passare 24 ore indimenticabili, precedenti all'incontro'.