Commenta per primo

Rimonta all’insegna della spensierata giovinezza. Il Grosseto fa lo sgambetto al Varese pareggiando 2-2 al 94'. I maremmani già retrocessi, in campo con tre ragazzi del '94,  recuperano un doppio svantaggio ed è proprio uno di loro, l’ivoriano Souleymane Coulibaly, in sospetta posizione di fuorigioco, a gelare le ambizioni playoff dei lombardi. Tutto facile nel primo tempo per il Varese, che passa al 24' con una gran girata al volo di Neto Pereira. Il capitano del Varese al 44' proprizia il raddoppio servendo dalla linea di fondo per Ebagua, che taglia sul primo palo anticipando portiere e marcatore per il 2-0. Nella ripresa gli ospiti si sciolgono sotto il cocente sole della Maremma. Al 63' Gimenez serve in verticale per Piovaccari che supera Bressan per il 2-1. Il pareggio all'ultimo assalto: punizione di Brugman dall'out destro sbrogliata in mischia da Coulibaly, e immediato fischio finale.

GROSSETO

Il presidente del Grosseto, Piero Camilli: ‘Leggo dai giornali che a fine stagione resterò alla guida del Grosseto. Ribadisco con fermezza la volontà mia e della mia famiglia di lasciare, attualmente offerte per rilevare al società non ne sono arrivate. Io lascio il Grosseto in serie C con i conti a posto, pago tutti e saluto'.

L'allenatore del Grosseto, Francesco Moriero: 'Sbagliamo troppo ma non molliamo. Ci prendiamo gli insulti, ma credo che con questa risposta abbiamo fatto capire ai nostri tifosi che l'impegno da parte dei giocatori c'è, e meritano rispetto. Anche a Reggio Calabria andremo per fare il nostro gioco ed onorare la maglia. Non è facile far crescere alla svelta i ragazzi, ma se sono bravi è giusto che giochino'.

VARESE

L'allenatore del Varese, Andrea Agostinelli: 'Abbiamo sbagliato nella gestione, sicuramente dobbiamo fare il mea culpa, anche se i nostri difensori dicono tutti che il pareggio è arrivato in fuorigioco. Non può essere un alibi, dovevamo chiudere prima la gara, alla fine per tre quarti di gara siamo stati superiori. Neto ed Ebagua sono usciti non per volontà mia ma per problemi fisici. Playoff? Ci sono tre squadre in un punto, per noi questo è un passo falso, occorreva gestire il finale con esperienza'.