Commenta per primo
Dopo la cinquina subita a Pisa sette giorni fa, un Prato senza idee e senza volgia tracolla anche in casa per 3-0 contro l'Ascoli. Dopo il palo colpito da Magnaghi nel primo tempo la ripresa è un assolo bianconero: al 57' Tripoli sfrutta una spizzata di Cipriani, si inserisce nello spazio lasciato dalla difesa del Prato e batte Brunelli con un preciso diagonale. Lo svantaggio non scuote assolutamente i toscani, che al 68' capitolano inesorabilmente: una palla persa a centrocampo finisce sui piedi di Magliocchetti che alza la testa ed indirizza per Cipriani, l'ex Bologna trova un'altra prateria nella difesa azzurra e realizza praticamente indistrurbato il punto del 2-0. Il Prato non ci sta più con la testa, e al 77' l'ennesimo pasticcio difensivo permette a Tripoli di depositare a porta vuota il 3-0 dopo aver saltato Brunelli.

PRATO

Il tecnico del Prato, Vincenzo Esposito: 'Chiaramente la valutazione della nostra partita odierna è estremamente negativa. Ho visto una squadra avere per la seconda volta di fila un crollo mentale. Fino al gol, pur non facendo benissimo, e parliamo di una squadra a fine stagione e che aveva un 5-0 sulle spalle, la squadra aveva prodotto qualcosa cercando di fare la partita, sbagliando un paio di gol e prendendo un palo. Poi abbiamo preso questo gol ed è sopraggiunto il panico, gli errori e gli episodi hanno evidenziato chiare difficoltà emotive. Questo è un campionato che non ci porterà ad una delusione o a una classifica peggiore: dovremmo sfruttare questa situazione per capire che a questi livelli l'emotività dev'essere controllata. Il campionato non ci metterebbe in condizione di avere affanni, invece ce li abbiamo. La spiegazione più semplice è che siamo passati da un sogno ad un incubo, e la volgia di provarci che abbaimo mostrato anche nelle gare con Frosinone e Lecce adesso è venuta meno ed è stata spazzata via dal panico'.
ASCOLI

L'allenatore dell'Ascoli, Flavio Destro: 'Ci tengo particolarmente ad elogiare i miei ragazzi, perché hanno interpretato questa partita proprio come l'avevamo studiata in settimana. E' vero, nel primo tempo abbiamo rischiato in un paio di situazioni, però ho visto grande impegno e sacrificio da parte di tutti. Gli episodi ci hanno favorito, ma credo che la prestazione della mia squadra sia stata buona. A Pontedera ad esempio gli episodi ci hanno detto male, oggi invece abbiamo avuto fortuna sul palo, poi ha fatto una bella parata Russo, ma noi siamo stati bravi a rimanere compatti e a concedere poco. Nel secondo tempo non abbiamo rischiato niente, il Prato forse in alcune situazioni ci ha lasciato troppo spazio, ma io non giudico mai le quadre avversarie: noi siamo stati bravi a sfruttare ciò che loro ci hanno concesso facendo gol al momento giusto'.