Commenta per primo
Gara da due facce. La Reggina cerca punti per una salvezza difficile ma possibile, il Varese vuole tenersi a distanza di sicurezza dalla zona calda. Ne escono fuori sette gol e una vittoria in trasferta per i lombardi. La Reggina trova il vantaggio al 7' con una prodezza di Dumitru, che da fuori area va a togliere le ragnatele dall'incrocio alla sinistra di Bressan. Clamorosa l'occasione fallita da Di Roberto, che da pochi passi spara alto il pallone del possibile pareggio. Una punizione di Di Michele bacia il palo e si infila dentro al 45': sembra il gol che può lanciare gli amaranto verso la vittoria. Il secondo tempo però ha una storia diversa, che comincia dopo un contropiede divorato da Di Michele. Al 63' Bjelanovic dimezza le distanze con un'incornata su punizione di Di Roberto, poi Barillà viene espulso per doppio giallo. Il Varese approfitta subito della superiorità numerica, e sfrutta un altro calcio da fermo per passare in vantaggio con Oduamadi. Il pulsante dell'acqua gelata lo schiaccia Calil all'86', sfruttando una sponda di Bjelanovic e piazzandola al volo col destro per il vantaggio del Varese, che completa la rimonta. Inizia il recupero, Fischnaller ristabilisce la parità al 91' finalizzando una percussione di Foglio, ma la gioia alla fine è per la ventina di tifosi lombardi. Mentre la Reggina si riversa in avanti su una punizione, il rilancio premia lo scatto di Oduamadi che in contropiede quasi solitario, al 93', può insaccare comodamente alle spalle di Pigliacelli. Finisce con l'incredibile punteggio di 3-4. Seconda vittoria esterna consecutiva per il Varese, mentre gli amaranto rimangono al terzultimo posto.

REGGINA

Il difensore della Reggina, Fabio Lucioni: 'I gol che prendiamo su palla inattiva? Gli altri non sono fenomeni, oggi abbiamo rischiato di segnare quattro gol. Siamo passati dalla marcatura a uomo a quella a zona, non credo sia facile. Altrimenti prendete la mia maglia, e chiedete a Zanin e Gagliardi di andare in campo al posto mio. Ci stiamo lavorando in settimana. Qua si sta tutti uniti per arrivare ad un obiettivo, ma chi sta più male siamo noi. Portiamo avanti un lavoro dal 4 luglio, e non intendiamo ritrovarci in Serie C'.
TRAPANI

L'attaccante del Varese, Sasa Bjelanovic: 'Una partita che si vede raramente, siamo stati bravi noi a crederci nonostante il doppio svantaggio sebbene non avessimo giocato così male sinceramente. Noi nella ripresa abbiamo sfruttato un atteggiamento della Reggina troppo basso, abbiamo iniziato a fare il nostro gioco. Sul 3-3 noi eravamo amareggiati, la Reggina voleva fortemente i tre punti. Per salvarsi è una lotta molto dura, ho molto rispetto della squadra amaranto e spero possano salvarsi. Io accostato agli amaranto? Solo voci'.