Commenta per primo

Torna alla vittoria il Sassuolo dopo il passo falso di lunedì scorso nello scontro diretto contro il Verona. I neroverdi battono 2-0 il Novara e volano a +13 dal quarto posto. Partita, come spesso accade alla squadra di Di Francesco, chiusa nella ripresa, dopo un inizio difficile per i padroni di casa, bloccati mentalmente e in sofferenza, visti i tanti errori e le due occasioni da gol concesse a Marianini e Faragò. Col passare dei minuti però il Sassuolo prende campo, attacca a testa bassa e recrimina un calcio di rigore per fallo di Del Prete su Catellani. Nel finale di frazione salvataggio sulla linea di Pesce su colpo di testa di Bianco. Nella ripresa il Sassuolo continua a spingere e trova il vantaggio al minuto 64 con un calcio di rigore concesso dall'arbitro Nasca per una trattenuta di Del Prete ai danni di Catellani. Dal dischetto Terranova spiazza Bardi e realizza il suo quarto gol personale. Dopo due minuti arriva la mazzata alla partita ad opera di Berardi. Calcio di punizione magistrale del talento classe 1994 con il pallone che si insacca sotto la traversa, 2-0 per il Sassuolo. Neroverdi che restano al primo posto, penultima posizione invece per il Novara con i tifosi che contestano e con il duo Perrone-Gattuso in bilico: avvistato al 'Braglia' lo staff di Cristiano Bergodi.

SASSUOLO
 
Il tecnico del Sassuolo, Eusebio Di Francesco: 'Siamo partiti male e abbiamo commesso troppi errori tecnici. È normale per una squadra che cerca di giocare sempre palla a terra passare dei momenti di scarsa brillantezza, però siamo cresciuti dopo la prima mezz'ora e siamo stati molto bravi ad attaccarli e a creare molte palle gol'.
 
NOVARA
 
Il tecnico del Novara, Carlo Perrone: 'Abbiamo approcciato bene la gara. Sapevamo che dovevamo essere aggressivi e non a caso abbiamo creato tre-quattro palle gol, poi è venuta fuori la grande qualità e la forza fisica del Sassuolo. Viviamo un brutto momento e c'è una sola via d'uscita: il lavoro'.