1
Varese-Bari è la partita dei grandi ex, ovvero la "zanzara" De Luca e Mangia. La prima occasione del match nasce dai piedi di Corti e Neto Pereira: lancio perfetto del primo per il secondo che calcia al volo a fil di palo. Al quarto d'ora Caputo impegna Bastianoni e poco prima della mezz'ora punizione dalla destra di Falcone, attento Donnarumma. Al 31' si sblocca il risultato: lo stesso Falcone viene steso in area, Lupoli si presenta dagli 11 metri e spiazza il portiere di proprietà del Genoa. In seguito, ottima parata dell'estremo difensore lombardo che respinge un tiro di Sciaudone. In avvio di ripresa i padroni di casa spaventano i galletti di Mangia con Falcone, ma al 63' gli ospiti raggiungono il pareggio: cross dalla sinistra sul secondo palo, arriva in corsa dalle retrovie Sciaudone che piazza il piattone dell'1-1. Passano esattamente dieci minuti e il Varese torna in vantaggio grazie a Neto Pereira, il quale si avventa sul pallone messo in mezzo da Fiamozzi e batte Donnarumma. Al 90' sponda in area per Caputo che di sinistro sfiora il palo e l'ennesimo pareggio ospite. Finisce 2-1 la sfida del “Franco Ossola”.

VARESE
 
L'allenatore del Varese, Stefano Bettinelli: “La partita di oggi è la prova che se funziona il collettivo la squadra e i singoli funzionano. Dietro alla vittoria di oggi c'è un grande lavoro di gruppo, siamo più forti dell’ambiente difficile in cui lavoriamo. Rispetto alla partita col Cittadella, siamo riusciti a restare attenti anche negli ultimi dieci minuti, avevamo voglia di lottare e di vincere tutti i contrasti, aiutando il compagno a fianco. Inoltre, abbiamo corso meglio delle altre partite, novantaquattro minuti su novantaquattro”.
 
Il portiere del Varese, Antonio Elia Bastianoni: “Non potevamo né perdere, né pareggiare. Oggi abbiamo messo in campo il cuore, il mister ci ha motivato dopo la pesante sconfitta contro il Bologna e con la prestazione odierna l’abbiamo riscattata. Abbiamo avuto la forza di rialzarci e di riprovarci dopo il loro pareggio e penso che abbiamo vinto meritatamente. Sono felice della mia prestazione, ma soprattutto della vittoria della squadra. Da domani ci alleneremo al 100% per la difficile partita con il Frosinone”.
BARI
 
L’allenatore del Bari, Devis Mangia: “La squadra ha fatto quello che ho chiesto di fare, mea culpa, mi prendo la responsabilità della sconfitta di oggi ma servirà per crescere ancora. Meritavamo qualcosa di più, basti pensare che il nostro portiere non ha fatto una parata mentre il loro due interventi importanti. Ma il risultato è questo e andiamo avanti a lavorare. Purtroppo, per quanto riguarda la partita di oggi, non sono riuscito a far sì che i giocatori capissero alcune cose”.