Commenta per primo
Finisce a reti inviolate tra Vicenza e Virtus Entella, gara molto tirata che frena la rincorsa veneta al secondo posto; punto prezioso per i liguri, che volevano rialzare la testa dalla zona playout. Senza gli squalificati Cocco e Ragusa e priva di Brighenti, nella squadra di Marino (spettatore in tribuna per l'espulsione rimediata a Brescia) si rivede Gentili in difesa e Petagna prima punta del tridente. L'Entella orfana di Sforzini cede i gradi dell'ariete a Lanini nel 4-3-3 speculare disegnato da Aglietti. Al 2' Laverone prova subito l'affondo in area e scalda i guanti a Paroni. E' l'unico tiro in porta nei primi minuti, le scorie per la sconfitta di Brescia sono palesate da errori nei paesaggi e diverse incertezze: al 21' Vigorito rischia la papera per un mancato stop ma poco dopo si riscatta con uno spettacolare colpo di reni sull'incornata di Masucci. Nel mezzo il solito Cutolo (fischiatissimo) mette i brividi con una rasoiata a fil di palo (22'), gli risponde il gran destro di Cinelli che trova Paroni attento (23'). Meno brillanti ad impostare il gioco, i biancorossi regalano ripartenze invitanti ma Masucci non ne approfitta (33'), dall'altra parte i liguri scricchiolano sul fronte sinistro: al 41' D'Elia innesca un possibile autogol e Belli mette la pezza decisiva su Giacomelli pericoloso in dribbling. Il primo tempo si chiude sullo 0-0. Nella ripresa proprio l'esterno vicentino trascina la squadra di casa fuori dall'anonimato e dopo i primi attacchi ospiti la squadra di Marino cinge d'assedio la porta di Paroni, grazie anche all'ingresso di Vita per Laverone. La fiammata più grossa al 62' su un lungo batti e ribatti spettacolare che coinvolge anche Manfredini e Gentili in azione di sfondamento. Al 70' sembra fatta sulla girata di Giacomelli, ma il pallone esce a fil di palo. L'Entella si riorganizza e per un po' respira, mettendo anche i brividi con la torsione di Mazzarani libero sul secondo palo e chiusa da Sampirisi (74'), poi con Masucci di testa, parata a terra da Vigorito. Cambia anche Aglietti: Staiti rileva Volpe, Moreo prende il posto di Masucci. ll Vicenza continua a spingere e Di Gennaro all'81' su punizione dalla destra sfiora l'incrocio dei pali. Nei biancorossi entrano anche Spinazzola e Garcia Tena per le ultime chance di sbloccare il match anche nel lungo recupero, e al 93' Vita guadagna una punizione da brividi per Paroni, ma le speranze di accorciare le distanze dal Frosinone si infrangono contro la barriera.

VICENZA

L'allenatore in seconda del Vicenza, Massimo Mazzilli: "C'è un po' di rammarico, ma siamo fiduciosi, il nostro secondo tempo è stato buono anche se ci sarebbe servita maggiore lucidità. Abbiamo avuto alti e bassi per costruire azioni importanti; è vero, la gara di Brescia e le squalifiche non ci hanno aiutato, abbiamo dovuto schierare giocatori lontani dalla migliore condizione e dal ritmo partita, ma adesso abbiamo due occasioni per rosicchiare punti al Frosinone e presentarci bene allo scontro diretto dell'ultima giornata".
VIRTUS ENTELLA 

Il tecnico della Virtus Entella, Alfredo Aglietti: "Non abbiamo fatto barricate e le occasioni migliori le abbiamo avute noi. Vicenza stanco? Non dimentichiamo che è una ripescata, e ai primi caldi può soffrire dopo una lunga rincorsa. Senza nulla togliere a loro direi che possiamo parlare di una buona prestazione. Purtroppo abbiamo preso due gol pesanti nelle ultime partite, soprattutto martedì scorso col Varese. Per salvarci dobbiamo essere più cinici e cattivi. Mazzarani? Molto bravo, si è fatto trovare pronto".

Federico Pampanin