Commenta per primo

Un pizzico di furbizia regala un punto prezioso al Foligno in ottica play-out: rimessa laterale non restituita e ripartenza in contropiede che permette a Caturano di segnare in mischia la rete del 'meritato' pareggio, dopo un grande intervento di Giambruno. Nonostante ciò il Foligno è autore di una partita intensa e gagliarda, anche se in attacco manca un grande finalizzatore; il Como dal canto suo offre una prestazione opaca, condizionata dai problemi societari. Dopo un buon avvio degli umbri è il Como a passare grazie alle reti di Tavares e Toledo che illudono i comaschi, già in vantaggio 2-0 al 18'. Un liscio di Diniz riapre la partita al 33': lascia partire Guidone in contropiede, quest'ultimo è bravo a servire Coresi che tutto solo insacca comodamente. La partita si trascina senza particolari sussulti fino all'82' quando avviene l'episodio incriminato, con Caturano che può festeggiare nel migliore dei modi l'esordio con la formazione umbra.

COMO

L'allenatore del Como, Ernestino Ramella: 'Abbiamo cercato di controllare il match, purtroppo abbiamo pagato a caro prezzo due disattenzioni difensive. Spiace perdere punti per la mancanza di fair play da parte dei nostri avversari. Il girone di ritorno sarà sicuramente diverso dal girone d'andata'.

L'attaccante del Como, Nicola Ciotola: 'Siamo partiti subito forte, peccato perchè ultimamente siamo sfortunati dietro, abbiamo subito troppe reti per nostre colpe'.

FOLIGNO

L'allenatore del Foligno, Giovanni Pagliari: 'Risultato meritato e giusto, abbiamo avuto una grande occasione già dopo dieci minuti, ma non siamo riusciti a trasformarla. Di fronte avevamo un Como stanco, temibile in attacco ma con una difesa che soffre. Caturano ci può dare molto, lo conosco dai tempi di Prato e son contento che abbia trovato subito il gol. Non sono troppo soddisfatto della prova della difesa, ma mi tengo stretto il punto conquistato'.