Commenta per primo
Il portiere del Sassuolo Andrea Consigli ha parlato in un'intervista a Sky Sport 24: "Sicuramente è una buona stagione, le statistiche fanno piacere e rispecchiano l'andamento del Sassuolo. Dietro le grandi squadre ci siamo noi e anche io sono in linea con queste statistiche".

SULLA CHIAMATA IN AZZURRO - "Almeno qua lo indosso (scherzando sulla felpa d'allenamento del Sassuolo, ndr), per quanto riguarda la convocazione, non è arrivata: io faccio sempre del mio meglio per far sì che arrivi. Sono scelte di Conte e vanno rispettate. Inizio ad avere 29 anni, per un portiere magari sono giovane, penso di essere nel pieno della maturità".

SUL TRASFERIMENTO AL SASSUOLO - "Quando sono andato via da Bergamo sono arrivato in una squadra che sapevo aveva progetti ambiziosi, gli obiettivi erano quelli di alzare l'asticella. Poi con un'ottima programmazione si riesce sempre a fare meglio e sono convinto della mia scelta, nonostante tenga molto alla piazza di Bergamo sono in una squadra dove si lavora bene e che ha grandissimi margini di miglioramento".
SU ACERBI - "Secondo me, che ci gioco sempre dietro, è uno dei difensori italiani più forti. Ci rimarrei male se non andasse all'Europeo".

SU DI FRANCESCO - "Se mi chiamasse ci penserei, sicuramente il mister è uno dei più bravi. Una grande persona, come allenatore non lo scopro certo io: gran parte del merito di questo piccolo miracolo è suo. Spero che rimanga con noi, possiamo crescere ancora tanto e se dovesse andare via mi dispiacerebbe, però se lo meriterebbe".

SUL MILAN - "Stiamo facendo delle chiacchiere da bar. Dovunque vada, se lui reputerà andare via un miglioramento per la sua carriera, gli farò un grandissimo in bocca al lupo".