Calciomercato.com

Conte: 'Presi in giro dall'arbitro'. VIDEO

Conte: 'Presi in giro dall'arbitro'. VIDEO

Intervistato da Mediaset Premium il tecnico della Juventus Antonio Conte ha commentato l'uscita dei bianconeri dall'Europa League, dopo lo 0-0 rimediato in casa contro il Benfica: "Abbiamo cullato questo sogno, ma non siamo riusciti a realizzarlo. Oggi c'è stato grande ostruzionismo da parte del Benfica e dispiace che l'arbitro l'abbiamo permesso. Anche questo ha influito. Ci sono stati solo 40 minuti di gioco effettivo e la media è intorno ai 60. E' stato un continuo fermare il gioco e perdere tempo, soprattutto nel secondo tempo. Il Benfica ha mostrato tutta la sua esperienza, fa l'Europa da tanto tempo e anche questa sera ha dimostrato di saperci fare. Siamo usciti con due tiri in porta, meritavamo molto di più ma questo è il calcio. Dobbiamo restare con la testa alta, i ragazzi ci hanno messo tutto l'impegno. Ora pensiamo al campionato, lunedì possiamo coronare la conquista del terzo Scudetto consecutivo. Noi abbiamo dato tutto, non mi è piaciuto l'atteggiamento ostruzionistico dell'avversario e l'arbitro che ha permesso tutto questo".

Sulla sostituzione di Llorente: "Fernando aveva di fronte due giocatori molto forte. Ho cercato di dare più velocità all'azione inserendo Giovinco e Osvaldo e non mi sono pentito di queste scelte".

Su quello che è mancato: "E' mancato il gol, queste sono partite decise dagli episodi. Oggi non ci sono stati aspetti favorevoli, mentre al Benfica in questo doppio confronto è andato tutto bene".

Successivamente Antonio Conte ha parlato anche ai microfoni di Sky Sport: "Non c'è stato l'episodio a nostro favore. Mi dispiace, anche perchè il Benfica non ci ha fatto giocare, ha fatto grande ostruzionismo. C'è stata anche una presa in giro dell'arbitro che ha dato sei minuti di recupero con tre che non si erano giocati. Loro hanno dei valori assoluti, sono abituati a queste partite, ma nella doppia sfida meritavamo di più noi. Abbiamo dato tutto e la stagione resta esaltante e possiamo andare avanti a testa alta. C'era anche un rigore clamoroso ed è normale il rammarico".

Sulla condizione fisica della squadra: "E' stata una stagione dispendiosa, ma oggi abbiamo corso fino all'ultimo secondo. Dico solo che va avanti chi ha meritato di meno". 
 

 

Get Adobe Flash player

Altre notizie