Commenta per primo
Un lungo lancio di bottiglie, molotov, due auto della polizia municipale incendiate, il comandante del Gruppo Cassia e almeno altri due agenti feriti. Le tensioni che hanno preceduto la finale di Coppa Italia tracciano un triste bilancio: almeno 5 arresti tra gli ultras.

ARRESTI E MOLOTOV - Sotto la pioggia quasi invernale di Roma i momenti ad alta tensione sono stati molti: verso le 19 una frangia di tifosi con il volto coperto ha cercato il contatto con gli ultrà dell'Atalanta, ha provato a sfondare il cordone della polizia, che ha risposto con cariche di alleggerimento, uso di idranti e lacrimogeni. I tifosi dell'Atalanta avrebbero vandalizzato un treno per Roma. Un triste bilancio, nonostante tutti gli appelli della vigilia.