434
22 - Un treno proveniente dall'Italia è stato fermato alla frontiera con l'Austria, al Brennero, dopo che a bordo sono stati segnalati due casi sospetti di coronavirus: ko riporta la stampa austriaca precisando che è stato il capotreno italiano dell'Eurocity ad allertare le autorità. I due sospetti sono stati fatti scendere a Verona. Successivamente il sito Oe24.at ha annunciato la completa interruzione del traffico ferroviario con l'Italia.

21 - Vietate tutte le manifestazioni sportive anche in Liguria e Friuli fino all 1 marzo

20 - Contagiato anche un medico del Policlinico di Milano, ricoverato da alcuni giorni all'ospedale Sacco per una polmonite: è risultato positivo al test del Coronavirus.
Da verificare le condizioni del personale del reparto in cui il medico lavora, che negli scorsi giorni avevano presentato sintomi simili. Il numero dei contagiati intanto è salito a 152. Il Duomo di Milano resterà chiuso ai turisti almeno fino al 25 febbraio.

18.00 - Supermercati presi d'assalto in tutta la Lombardia:
il coronavirus scatena la psicosi nella regione con il maggior numero di contagi. Sul web si moltiplicano le immagini dei banconi svaligiati. 




17.45 - Un'altra persona è morta oggi a Cremona: era ricoverata nel reparto di oncologia e oltre al coronavirus aveva situazione già altri gravi problemi di salute. Si tratta della terza vittima in Italia.

17.35 - La Regione Lombardia ha disposto la chiusura dopo le 18 dei luoghi di intrattenimento e svago : pub, discoteche, cinema ma non i ristoranti. Effettuati più di 800 tamponi: 112 soggetti positivi pari al 12%. Dei 53 ricoverati, sono 17 i pazienti in terapia intensiva

16.25 - Ischia chiude: divieto di sbarco sull'isola di Ischia per i residenti in Lombardia e in Veneto
, per i cittadini cinesi provenienti dall'aree dell'epidemia e per chi vi abbia soggiornato negli ultimi 14 giorni. Lo prevede, fino al 9 marzo, una ordinanza appena firmata dai sindaci dei sei comuni dell'isola. Già stamane erano stati segnalati problemi agli imbarchi da Napoli.
14.35 - Anche Piemonte e Veneto, dopo la Lombardia, chiudono le scuole per l'allarme coronavirus. Stop anche al Carnevale di Venezia

13.25 - La Regione Lombardia predispone un'ordinanza per la chiusura di scuole e altri luoghi di aggregazione (musei, cinema, luoghi di aggregazione) per una settimana. 

13.05 - In Italia il numero di contagi registrati ha superato quota 130, sono cinque le regioni coinvolte: Lombardia, Veneto, Piemonte, Emilia Romagna e Lazio. 

12.10
 - Il sindaco di Milano, Beppe Sala, annuncia: "Scuole chiuse per una settimane". Intanto, i casi in Italia superano quota 100, due casi registrati anche a Venezia

10.15 - Continua l'allarme coronavirus in Nord Italia, con nuovi casi che vanno ad ingrossare le cifre diffuse nella giornata di sabato. Dopo la conferenza stampa di ieri sera del Premier Giuseppe Conte, che ha fatto seguito al Consiglio dei Ministri straordinario, sono diventate operative le decisioni del governo.

LE DECISIONI DEL GOVERNO - Divieto di allontanamento e di ingresso nelle aree 'focolaio' del virus, che saranno presidiate dalle forze di polizia e, in caso di necessità, anche dai militari, con sanzioni penali per chi viola le prescrizioni. Stop alle gite scolastiche in Italia e all'estero, sospensione di tutte le manifestazioni pubbliche - a partire da tutte quelle previste per oggi in Lombardia e Veneto, compresa la serie A - quarantena con "sorveglianza attiva" per tutti coloro che sono stati in contatto con casi confermati del virus. 

E ancora, chiusura di scuole, negozi e musei, stop a concorsi, attività lavorative private e degli uffici pubblici, fatti salvi i servizi essenziali, limitazione per la circolazione di merci e persone. Il Consiglio dei ministri, al termine di una riunione fiume nella sede della Protezione Civile, approva un decreto con misure durissime per tentare di arginare il diffondersi del coronavirus dopo l'esplosione dei focolai in Lombardia e Veneto e il primo caso registrato in Piemonte.

IL NUMERO DEI CONTAGIATI - Intanto, il totale del numero di contagiati provvisoriamente sale a circa 100 in Italia (di cui 89 in Lombardia), come riporta una nota dell'Ansa