Commenta per primo
Bufera in Germania su Amine Harit: il giocatore dello Schalke 04, riporta la stampa tedesca, tra giovedì e venerdì è stato fino a notte fonda in un Shisha-Bar a Essen per una festa di compleanno, in barba a tutte le norme per contrastare la diffusione del coronavirus. La polizia è giunta sul posto all'1.30 su chiamata degli abitanti del quartiere: per il proprietario del locale è scattata la denuncia per non aver ottemperato alla disposizione di chiudere alle 18, mentre Harit e gli altri clienti si sono giustificati dicendo di non essere a conoscenza della disposizione.

REPRIMENDA SCHALKE - La conferma è arrivata poi direttamente dallo Schalke, per bocca del direttore tecnico Jochen Schneider: "Amine è andato lì con un amico, ha commesso un errore che ha riconosciuto lui stesso. Gli ho spiegato nuovamente quanto sia seria la situazione attuale, purtroppo in questo momenti di crisi cose che fino a ieri erano normali oggi non sono più tollerabili. Harit è molto dispiaciuto, mi ha assicurato che non succederà più".