8
Il ct della Nazionale Roberto Mancini è intervenuto a 'Che Tempo Che Fa' su Rai 2 per commentare l'emergenza coronavirus: "Penso che siamo arrivati tutti un po' in ritardo, non solo noi del calcio. Vedo che anche all'estero con un po' di ritardo arrivano pure loro. E' molto difficile, dobbiamo fare attenzione e rispettare le regole: speriamo finisca in fretta perché è terribile. Bisogna sempre avere rispetto dei medici, io ho lavorato anche all'estero e i medici italiani sono i migliori: bisogna rispettarli sempre, non solo adesso. Durante la pubblicità mi è venuta in mente questa idea: perché una volta che sarà finito tutto non organizziamo qualche amichevole tra Brescia, Bergamo e Milano tra la Nazionale maschile, femminile e una squadra di medici e personale sanitario. Campionato finito qui? Bisogna vedere, in questo momento non si allena nessuno ma prima o poi bisognerà tornare alla normalità".